CALCIO FUTSAL - Il Corigliano rafforza la rosa con il portiere Gabriel Miraglia

Gabriel Miraglia Gabriel Miraglia

CORIGLIANO - Mentre il campionato rispetta il mese di stop imposto dagli impegni delle Nazionali agli Europei, in casa coriglianese si lavora per riassestare il quadro societario e rafforzare la rosa degli uomini a disposizione di mister Giovanni Toscano. In particolare, il ds Luca Forace ha inteso portare a Corigliano un altro portiere da mettere a disposizione del gruppo: si tratta di Gabriel Miraglia, italo-brasiliano classe ’87, ex Marca, già detentore di titoli importanti nella sua bacheca personale come Scudetto, Supercoppa e Coppa Italia.

I “rumors” dei giorni scorsi trovano dunque riscontro nella trattativa chiusa oggi con il forte atleta in questione, che dalla gara di sabato 20 a Roma, contro la Lazio – scontro salvezza delicatissimo - sarà a disposizione di mister Toscano. Gabriel Miraglia, voluto fortemente dal nuovo gruppo direttivo del Corigliano Futsal anche per dare un segnale forte all’ambiente, oltre che per puntare con maggior forza alla salvezza, «è un atleta bravo con i piedi che, all’occorrenza, recita bene il ruolo di quinto uomo di movimento, così da offrire altre soluzioni a mister Toscano e migliorare le fasi di gioco del Corigliano – afferma lo stesso Forace -. Abbiamo rinforzato la rosa, Corigliano vuol restare in Serie A e, in vista della prossima stagione, programmare un’annata che porti altre soddisfazioni e possa metterci nelle condizioni di ambire ad altri obiettivi».

Gabriel Miraglia

Dopo aver giocato nelle giovanili del suo paese, nel 2006 si trasferisce alla Marca Trevigiana con cui conquista immediatamente la promozione nella massima serie. Dopo otto anni nella squadra castellana, durante i quali vince due scudetti, altrettante Supercoppe italiane e una Coppa Italia, nel 2014 si trasferisce a parametro zero in Francia firmando un contratto per un anno con lo Sporting Club de Paris. A settembre 2015 firma per il Botafogo, salvo poi ricevere la chiamata del ds Forace che lo ha convinto a ritornare in Italia. In possesso della doppia cittadinanza, in virtù delle origini calabresi dei nonni, nella sua carriera annovera anche una convocazione dal CT Paolo Minicucci per la Nazionale di calcio a 5 dell'Italia Under-21 che disputò l’Uefa Under 21 Futsal Tournament 2008 a San Pietroburgo, conquistando la medaglia d'argento dietro ai padroni di casa russi.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners