fbpx

CALCIO – Il 16 settembre al via la Coppa Italia Dilettanti

Una gara di Coppa Italia 2019-20 Una gara di Coppa Italia 2019-20

COSENZA – Saranno 50 e non 48 come gli altri anni le Società di Eccellenza e Promozione che parteciperanno alla Coppa Italia Dilettanti in partenza già il prossimo 16 settembre. Ciò perché il maggiore campionato regionale è passato a 18 squadre mentre sono rimasti a 16 i due gironi di Promozione.

Nelle compagini partecipanti, c’è anche il Corigliano reduce dalla recente “querelle” con il Roccella che l’aveva visto in un primo tempo retrocedere, poi essere riammesso in Serie D ma alla fine dover tornare in Eccellenza. In attesa di capire se avverranno altri colpi di scena, la società del presidente Mauro Nucaro è stata inserita in uno dei gironcini a 4 (che sono due), oltre agli altri 14 che come gli anni scorsi sono composti da 3 formazioni. Il derby jonico Trebisacce – Corigliano è il primo scontro del 1° girone mentre la Rossanese se la vedrà con la Juvenilia di Roseto Capo Spulico. Volendo restare solo alla parte sinistra in alto del tabellone, ovvero alle sole compagini della provincia di Cosenza, il quadro della prima giornata prevede, sempre mercoledì 16 settembre alle ore 15.30, diversi incroci tra squadre di Promozione ed Eccellenza come Cassano Sybaris – Morrone per il girone 2 (riposo al Città di Acri 2020); Real Sant’Agata (unica compagine dell’Esaro) – Scalea Calcio, che forse si giocherà a San Marco Argentano per il girone 3, dove riposa il Praiatortora; quindi, San Fili – Belvedere per il girone 4 (riposa la Donato Bergamini Rossoblù), e Città Amantea – Paolana per il girone 5 (riposa il Villaggio Europa). Seguono gli incontri degli altri raggruppamenti, dal girone 6 al 16, che vedono ai nastri di partenza tutte le altre compagini calabresi aventi diritto. Le gare della seconda giornata sono previste per domenica 20 settembre sempre alle ore 15.30. La Lega specifica che «per quanto riguarda l'accoppiamento della seconda gara dei gironi a tre squadre, onde evitare che l'ultima delle tre gare possa perdere di significato, è stato stabilito che la squadra che perde la prima partita deve disputare la seconda gara contro la terza squadra dello stesso girone, in casa se ha disputato la prima gara in campo esterno, in trasferta se ha disputato la prima gara in casa. In caso di parità nella prima gara, nel medesimo girone, la seconda partita viene giocata sul campo della squadra che ha riposato nella prima giornata, contro la squadra che ha disputato in casa la prima gara». Terzo e decisivo turno per tutti i gironi previsto per mercoledì 7 ottobre, ancora alle ore 15.30. Anche nelle gare della fase Regionale della Coppa Italia Dilettanti le società hanno l'obbligo di impiegare sin dall'inizio e per l’intera durata delle stesse e, quindi, anche nel caso di sostituzioni successive di uno o più dei partecipanti di due calciatori nati dal 1° gennaio 2001 in poi ed un calciatore nato dal 1° gennaio 2002 in poi. Il DPCM per le regole anti Covid stabilisce anche qui che «sarà consentita la partecipazione del pubblico per un massimo di 1000 spettatori all’aperto e di 200 al chiuso per gli eventi a carattere territoriale. Confermate però tutte le misure in ordine a distanziamento, mascherine, corretta areazione dei locali al chiuso e obbligo di misurazione della temperatura».

 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners