fbpx

Otto mesi di reclusione ai domiciliari per il 50enne che ha sfasciato auto e vetrine a Spezzano

SPEZZANO ALBANESE – Si è concluso da poco nel tribunale di Castrovillari il processo per direttissima nei confronti di F.G., il 50enne di Spezzano Albanese che domenica scorsa intorno alle 18, armato di piccone, ha sfasciato alcune vetrine di attività commerciali e i vetri di alcune auto lungo via Nazionale a Spezzano, minacciando altresì i Carabinieri intervenuti per fermarlo con un coltello con lama di 12cm. In quella occasione, inoltre, un militare veniva aggredito a morsi alla mano nel tentativo di fermarlo.

Armato di piccone sfonda vetrine e auto a Spezzano Albanese. Arrestato dai Carabinieri

SPEZZANO ALBANESE – Domenica pomeriggio di fuoco a Spezzano Albanese quello di ieri. La quiete della cittadina arbëreshe, infatti, è stata turbata dalla follia di un 50enne del posto che, in preda ad un vero e proprio raptus, armato di piccone, ha sfasciato alcune auto parcheggiate lungo via Nazionale e sfondato le vetrine di tre attività commerciali. Solo l'intervento dei Carabinieri della locale stazione, guidata dal maresciallo Sergio De Cristofaro, ha impedito ulteriori danni in giro per il paese. I militari, infatti, hanno tratto in arresto in flagranza di reato G. F., con diversi pregiudizi penali.

Furti in casa, arrestato 23enne di Spezzano Albanese

SPEZZANO ALBANESE - (Comunicato stampa) Nella tarda mattinata di ieri, i militari della stazione carabinieri di Spezzano Albanese, a conclusione di un’attività d’indagine relativa ad un furto consumato nella medesima località a fine dicembre scorso all’interno di un appartamento di proprietà di un residente del luogo, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare domiciliare emessa dalla procura di Castrovillari, traendo in arresto S. D., 23enne residente a Spezzano Albanese, pluripregiudicato. La brillante attività di polizia giudiziaria consentiva di accertare la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza a carico del reo.

Arrestato cittadino polacco per maltrattamenti in famiglia

COSENZA - (Comunicato stampa) In data odierna, personale della Squadra Mobile della Questura di Cosenza ha eseguito una misura cautelare nei confronti di GORCZYK Oktawian Julian nato in Polonia il 27/05/1967 poichè a suo carico sussistono gravi indizi di colpevolezza in ordine al reato di maltrattamenti in famiglia.
Il personale della Questura di Cosenza, alle direttive del Questore Luigi Liguori, riguardo l’uomo aveva ricevuto la prima segnalazione sul 113 nel mese di settembre scorso circa gli atteggiamenti violenti dello stesso all’interno delle mura domestiche, in particolare nei confronti della compagna convivente.
Altre chiamate al 113 si sono susseguite nelle settimane successive e, nonostante l’atteggiamento non collaborativo della vittima, che non ha mai denunciato il suo aguzzino, le attività d’indagine del personale della Squadra Mobile hanno permesso di appurare che più volte la donna aveva subito violente percosse dal convivente.

Accoltellato 41enne a Roggiano, arrstato l'aggressore

ROGGIANO GRAVINA – (Comunicato stampa) Nella serata di ieri 29.12.2016, in Roggiano Gravina, all’interno del bar denominato “Fire Night” ubicato in via Carlo Alberto dalla Chiesa, S. A., 31enne del posto, feriva per futili motivi con numerosi fendenti con un arma da punta e taglio, P. E., 41enne anch’egli del posto, noto alle forze dell’ordine, per poi darsi alla fuga. La vittima veniva prontamente soccorsa a mezzo di personale “118” e trasportata presso ospedale civile Cosenza ma non in pericolo vita.

Latitante in vacanza a Corigliano arrestato dalla Guardia di Finanza

CORIGLIANO CALABRO – (Comunicato stampa) I finanzieri del Gruppo di Sibari, nella tarda serata di ieri, nel corso di un servizio di “controllo del territorio” finalizzato alla repressione in genere dei traffici illeciti, attuato nella frazione Schiavonea, del comune di Corigliano Calabro, effettuavano una perlustrazione delle strade di maggior traffico della piccola frazione procedendo all’identificazione di diversi soggetti.
Nel corso dei controlli eseguiti, i militari decidevano di controllare, tra gli altri, un uomo ed una donna che, appiedati, procedevano lungo una strada comunale scarsamente illuminata.

Arrestato pusher a Castrovillari dalla Polizia

CASTROVILLARI - (Comunicato stampa) La Polizia di Stato di Castrovillari, nell’ambito del piano straordinario di controllo del territorio, predisposto in sede di tavolo tecnico in Questura ed in esecuzione delle direttive impartite dal Questore di Cosenza dr. Luigi Liguori, nel corso della serata di ieri, ha posto in essere servizi volti a prevenire e reprimere i reati in materia di stupefacenti, effettuando controlli a persone con precedenti di Polizia e sottoposte agli obblighi di legge, nonché ad esercizi pubblici aperti anche fino a tarda ora.
In considerazione delle prossime festività natalizie la Polizia di Stato ha inteso rafforzare ancor di più la propria presenza sul territorio, rassicurando i cittadini  con la presenza di personale nei luoghi di maggiore assembramento.

Arrestato roggianese per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

ROGGIANO GRAVINA – (Comunicato stampa) I militari della stazione Carabinieri  di Roggiano Gravina, venerdì scorso, nell’ambito di un mirato servizio di controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato P. P. A., 51enne residente a Roggiano, poiché ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nella circostanza, i carabinieri, a seguito di una perquisizione domiciliare eseguita d’iniziativa, rinvenivano nella disponibilità del prevenuto e sottoponevano a sequestro, n.1 involucro in cellophane contenente grammi 13 di marijuana, nonché un bilancino elettronico di precisione e materiale predisposto per il confezionamento delle dosi.

Tentato furto in danno di un operatore della Polizia di Stato, arrestata 46enne di Rossano

ROSSANO – (Comunicato stampa) Nella mattinata odierna personale della Polizia di Sato, in Rossano (CS) ha tratto in arresto SAPIA Monia Carmelina, di anni 46, perché ritenuta responsabile di tentato furto aggravato in danno di un operatore della Polizia di Stato.
In particolare, un operatore della Polizia di Stato, libero dal servizio mentre era all’interno di un esercizio commerciale percepiva un movimento innaturale della borsa e giratosi di scatto, notava una donna, con i capelli biondi, china in avanti con la mano destra all’interno della propria borsa.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners