fbpx

Scuole in Provincia, Iacucci invita i sindaci alla chiusura per quindici giorni

COSENZA – È partita dal direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp, dottor Mario Marino, una proposta sospensione dell’attività didattica in presenza delle scuole dell’infanzia, primaria e prime classi della scuola secondaria di 1° grado. La missiva è stata indirizzata al Direttore del Dipartimento Tutela della salute Regione Calabria; al Delegato Soggetto attuatore Covid-19 della Regione Calabria, al Sindaco di Cosenza, al Presidente della Provincia e per conoscenza al Prefetto di Cosenza ed al Commissario Straordinario dell’ASP cosentina. La comunicazione del dottor Marino è stata ripresa dal Presidente della Provincia, Franco Iacucci che ha scritto ai primi cittadini della nostra provincia.

Nuovi contagi nella Valle del Crati. Primo caso positivo a Cerzeto

VALLE DEL CRATI - Si allunga l’elenco dei contagi nei paesi della Media Valle del Crati. Ogni giorno, purtroppo, i bollettini diramati dai municipi riportano nuovi casi di positività al Covid-19 accertati e comunicati dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Cosenza. Numeri, dunque, in costante e preoccupante aumento. Per quanto concerne i centri che si affacciano dalla sinistra del Crati, altri 23 nuovi casi si sono registrati nella giornata di ieri a Montalto Uffugo, dove il sindaco Pietro Caracciolo ha comunicato anche la negativizzazione di 2 persone.

Altomonte, effettuati 300 vaccini antinfluenzali

ALTOMONTE - Ben trecento vaccini antinfluenzali effettuati su ultrasessantenni, tutti soggetti affetti da patologie croniche. «È la prima iniziativa in Calabria – fanno sapere l’assessore alla sanità Emilia Romeo ed il sindaco Gianpietro Coppola – che hanno fatto svolgere l’iniziativa nel quadro dell’impegno portato avanti dall’Esecutivo per garantire sempre maggiori e migliori servizi al cittadino, è destinata alla salvaguardia ed alla tutela della salute dell’intera comunità».

Roggiano, restano cinque i casi di Covid-19

ROGGIANO GRAVINA - Restano cinque i casi di Covid-19 nella cittadina roggianese. È stato il sindaco Salvatore De Maio ad aggiornare la cittadinanza che «le autorità competenti hanno comunicato i nominativi dei soggetti risultati positivi al test del Coronavirus». Il primo cittadino, dal canto suo, ha voluto «rassicurare tutti che la macchina della prevenzione è stata immediatamente attivata ed in questo momento è pienamente operativa». Uno - per quello che si è saputo - è ricoverato, mentre altri sono stati posti in quarantena e/o in isolamento fiduciario. 

Sant'Agata, primo caso di Covid-19 ma altri tre tamponi negativi

S. AGATA D’ESARO - Dopo il primo caso di positività al Covid-19 nella cittadina santagatese, arrivano i referti dei tamponi naso/faringei effettuati a tre persone, a seguito del test sierologico in cui erano risultati positivi, che sono per fortuna negativi. Sospiro di sollievo da parte degli interessati ma anche per chi ha avviato i test sierologici di prevenzione che si è visto catapultare addosso una serie di improperi certamente fuori luogo.

Rota Greca, nucleo familiare positivo al Covid

ROTA GRECA - Quattro nuovi casi Covid 19 sono stati accertati a Rota Greca. La notizia è stata diffusa dall’amministrazione comunale oggi  non appena il sindaco Giuseppe De Monte ha ricevuto la comunicazione dal  Dipartimento di Prevenzione ed Igiene dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza. Si tratta di un nucleo familiare, formato da quattro persone, risultato positivo al Covid-19, nei cui confronti è stata emessa l’ordinanza di messa in quarantena.

Roggiano, nuovo presunto caso di positività al Covid-19?

ROGGIANO GRAVINA – Torna lo spauracchio Covid-19 a Roggiano Gravina? Per carità, nessun allarmismo per una questione per la quale non c’è davvero assoluta certezza. L’eventuale condizionale, però, troverebbe riscontro nell’ordinanza n. 90 del 28 agosto (cioè ieri), pubblicata sull’Albo on line del Comune a firma del Sub-Commissario, Dottoressa Lorella Altimari, che nella parte “ordinativa” scrive:

Il gruppo "Forza San Marco" chiede la revoca della delibera Asp

SAN MARCO ARGENTANO - Il gruppo consiliare "Forza San Marco" composto dal capogruppo Antonio Parise e dal consigliere Cristian Tricanico - che è anche vice presidente del Consiglio comunale - chiede a gran voce la revoca della delibera dell'Azienda sanitaria provinciale di Cosenza 646 del 3 agosto scorso, la quale prevede la chiusura di otto laboratori analisi della provincia di Cosenza, compreso quello afferente alla struttura sanitaria di San Marco Argentano.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners