Fiamme a Trebisacce, i danni crescono

TREBISACCE - Resta ancora drammatica la situazione sul Monte Mostarico in particolare nella fascia tra Trebisacce e Albidona. Dopo l’inferno di fuoco abbattutosi in questi giorni la situazione sembrava essersi placata grazie alla pioggia delle ultime ore; a quanto pare, però, secondo indiscrezioni, da pochi minuti si intravede la nascita di nuovi focolai sul Monte.

Vasto incendio colpisce il centro storico di Rossano. Tanta paura

ROSSANO – Tanta paura negli abitanti del centro storico bizantino per un vasto incendio che si è registrato nella tarda serata di lunedì 24 luglio. Le fiamme, alimentate dal forte vento, hanno lambito addirittura diverse abitazioni lungo tutto il costone da via San Nilo fino alla Porta Romana sul Corso Garibaldi. Prezioso, in attesa dell'arrivo dei Vigili del Fuoco, l'intervento dei Carabinieri della stazione di Rossano centro, di numerosi volontari, giovani e semplici cittadini che, con mezzi di fortuna e secchi d'acqua, hanno cercato di spegnere le fiamme sottostanti alle case che, per l'occasione, sono state evacuate per tutelare l'incolumità dei tanti residenti. Numerosi cittadini, soprattutto alcuni anziani, hanno avvertito malori per l'intenso fumo che si è sprigionato a causa del devastante incendio.

"Progetto Comune" sporge denuncia per gli incendi a San Marco

SAN MARCO ARGENTANO - I consiglieri comunali del gruppo Progetto Comune di San Marco Argentano (Antonio Lanzillotta, Glauca Cristofaro, Paolo Cristofaro, Annalia Incoronato) hanno deciso di presentare una denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cosenza contro ignoti in merito agli episodi incendiari che hanno interessato il territorio comunale nei giorni scorsi.
«Sin dall’inizio del nostro mandato -spiegano- abbiamo sempre mostrato particolare attenzione verso le vicende che interessano l'ambiente ed il territorio e abbiamo ritenuto che, nel solco di quanto già fatto, anche in questa circostanza doveva essere intrapresa una iniziativa significativa sia a tutela dell'ambiente sia nei confronti dei numerosi cittadini di San Marco che nei giorni scorsi hanno vissuto momenti di paura a causa dei vasti incendi sviluppatisi sul territorio comunale. Incendi che non solo hanno gravemente danneggiato il nostro ricco patrimonio boschivo, ma che oltretutto sono risultati particolarmente pericolosi per i cittadini, causando ingenti danni anche a numerose proprietà private.

Denunciato piromane pregiudicato a Mongrassano

MONGRASSANO – (Comunicato stampa) Nella serata di ieri 20 luglio, i Carabinieri della Stazione di Mongrassano hanno bloccato un pensionato pregiudicato del posto prima che potesse scatenare un vero e proprio inferno. Infatti l’uomo, munito di accendino, ha tentato di provocare dolosamente un incendio in diverse parti di un terreno di sua proprietà ubicato in località Sciorasi di Mongrassano, ma per fortuna i militari lo hanno fermato in tempo. Il pregiudicato 70enne aveva appena dato fuoco in due distinti punti nella vegetazione secca e cespugliosa tipica della macchia mediterranea, sita in prossimità del bosco, dalla estensione di circa 6/7 metri cadauno.

Vasto incendio nella montagna rossanese

ROSSANO – Un vasto incendio, in queste ore, sta interessando la montagna di Rossano con ettari di terreno ed alberi secolari andati completamente in cenere. Sul luogo sono presenti i Vigili del Fuoco, gli uomini della Forestale, della Protezione Civile e dell'Afor. Da stamani, poi, sono operativi due elicotteri impegnati, grazie ad una serie di lanci con acqua recuperata nel mar jonio lungo la costa rossanese nei pressi di Lido Sant'Angelo, allo spegnimento dell'incendio. Le fiamme, inoltre, hanno lambito alcune case e ville abitate, soprattutto, nel periodo estivo. Residenti e villeggianti, per precauzioni, sono stati allontanati dalle loro rispettive abitazioni.

Esaro, grossi incendi a San Marco e tra Malvito e Mottafollone

SAN MARCO ARGENTANO - Due incendi di grosse proporzioni hanno devastato due fette del comprensorio dell’Esaro. Contrada Prato, nel territorio sammarchese, è diventata praticamente un inferno fin dalla tarda serata di martedì con fiamme altissime e roventi che solo dopo oltre dodici si sono attenuate. Tra Malvito e Mottafollone, invece, le lingue di fuoco, alimentate anche dal vento, hanno preso di mira i terreni di un’azienda agricola e attraversato una collina tra i due comuni arrivando a lambire diverse abitazioni ed entrando quasi a contatto con un rifornimento di carburante.

Malvito, incendio arriva a lambire alcune abitazioni

MALVITO - Un improvviso incendio, scoppiato nel pomeriggio di lunedì, è arrivato a lambire alcune abitazioni ed il deposito di un’azienda di autotrasporti sita in località Vadolati. Fortunatamente non ci sono stati danni né alle cose né tanto meno alle persone con diversi abitanti che hanno comunque preso un bello spavento. Sembra che le fiamme siano divampate poco più a monte a causa della ripulitura di un terreno dalle sterpaglie.

Esaro, grosso incendio al confine tra Santa Caterina e Fagnano

S. CATERINA ALBANESE - Un incendio di grosse proporzioni è in corso da ieri pomeriggio al confine con Fagnano Castello. Le fiamme si sono propagate in un canalone che da Cozzo Pizzo va verso la frazione Joggi e oltrepassa la vallata attraverso un falsopiano in cui scorre il torrente Malosa. In quella zona ci sono anche alcuni campi di grano dove è appena avvenuta la mietitura ed è molto probabile che le fiamme siano partite da lì.

Incendio pomeridiano nel centro cittadino, intervengono i Vigili del Fuoco

SPEZZANO ALBANESE – Pomeriggio di fuoco a Spezzano Albanese. Intorno alle 15 di oggi, infatti, per cause ancora in corso di accertamento, è divampato un incendio dalle dimensioni estese, anche per il vento, nei pressi del centro abitato. Ad andare a fuoco sono state le sterpaglie di certi appezzamenti di terreno situati a ridosso di alcune abitazioni site in Via Skanderbeg, fra contrada Coscia e Via Plebiscito. Le prime fiamme pare siano state viste intorno alle 15 ma alle 17 si è reso necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco che, dopo essere stati allertati dai cittadini in evidente difficoltà, hanno dovuto domare le fiamme con gli idranti dell'autobotte.

Scoperti i mandanti dell'incendio del 2015 a Sant'Agata di Esaro

SANT'AGATA DI ESARO - (Comunicato stampa) Dopo l'arresto dell’incendiario della scorsa estate, gli uomini del Corpo  Forestale dello Stato di Sant’Agata di Esaro hanno deferito all’Autorità Giudiziaria, per concorso in incendi boschivi dolosi, due uomini di S.Agata d’Esaro. A seguito di una scrupolosa attività d’indagine si è arrivati all’individuazione dei mandanti di diversi incendi che hanno interessato il Comune di Sant’Agata di Esaro nel periodo di luglio 2015. In particolare dopo il verificarsi di ben 12 incendi in tale periodo estivo il personale Forestale, a seguito d’indagini accurate e grazie all’ausilio di videoriprese, arrestarono un boscaiolo del luogo che fu ritenuto colpevole e condannato alla pena di anni due e mesi quattro di reclusione con sentenza datata 27 gennaio 2016.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners