Consiglio sempre più rosa a Roggiano Gravina

  • È il risultato della cosiddetta preferenza di genere
Il Municipio di Roggiano Gravina Il Municipio di Roggiano Gravina

ROGGIANO GRAVINA - Consigli comunali sempre più “rosa” specie nei comuni oltre i 5mila abitanti vista la prerogativa della cosiddetta preferenza di genere. È accaduto anche nella cittadina roggianese, dove per la prima volta si è votato con questo sistema e che – a conti fatti – vedrà ben sei esponenti femminili in consiglio comunale.

Quattro sono in maggioranza e due all’opposizione. Escluso il rieletto sindaco Ignazio Iacone, le donne che hanno ottenuto il diritto a sede nel civico consesso sono esattamente il 50% dei posti riservati ai consiglieri (sei su dodici). La prima è Ilenia Addino (più votata in assoluto) che ha ottenuto 812 suffragi personali e che probabilmente sarà designata quale vice sindaco per i prossimi cinque anni. A seguire, per la maggioranza Stefania Postorivo (361 voti); Anna Lucia (332) e Giuseppina Vano (271), mentre per la minoranza le due consigliere sono Tiziana Labrusciano (502 voti) e Francesca Ponticello (352). La composizione del consiglio è completata da sei uomini: Giuseppe Marsico (654 voti); Massimiliano Trotta (378); Andrea Zanfini (373) e Salvatore Lanzillotti (257), che vanno ad impinguare la maggioranza “targata” Iacone, oltre a Luigi Bruno (649 voti) che siederà in minoranza a fianco del candidato a sindaco sconfitto Salvatore De Maio. I dodici consiglieri eletti sono stati resi noti tramite un manifesto del sindaco affisso ieri mattina. Poco o nulla trapela, inoltre, sulla composizione dell’Esecutivo. A parte Ilenia Addino che – come accennato – potrebbe avere la poltrona di vice sindaco, gli altri che dovrebbero affiancare il sindaco Iacone nel governo cittadino potrebbero essere Giuseppe Marsico e Massimiliano Trotta, peraltro assessori uscenti, e Stefania Postorivo come seconda donna in modo da pareggiare il conto anche nell’organo esecutivo. La composizione anzidetta potrebbe essere la definitiva se si guarderà ai voti di preferenza ottenuti ed al genere femminile che – secondo la normativa vigente – dev’essere giocoforza rappresentato. Non c’è ancora l’ufficialità per la convocazione della prima seduta della nuova consiliatura che comunque dovrebbe essere a breve. È possibile che in quella occasione sarà ufficializzata la Giunta che governerà Roggiano fino al 2021.  
 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners