Malvito, il sindaco Amatuzzo denuncia una radio di Padova

MALVITO - «Quell’aggettivo “malvitoso”, probabilmente riferibile a “malavitoso”, oltre che l’epiteto di “str[omissis]”, espressioni del tutto non giustificabili anche per l’aggiunta di affermazioni del tipo «Io voglio sfondare le p[omissis] a questo», potrebbero costare care al conduttore radiofonico di una emittente di Padova». È quanto si legge – a chiare lettere – nell’esposto-querela presentato dal sindaco di Malvito, Pietro Amatuzzo, rappresentato dall’avvocato Giulio Tarsitano, peraltro primo cittadino di Fagnano Castello. 

L’arcivescovo Nolè oggi a Sartano per la festa di San Francesco

TORANO CASTELLO - La cittadina di Sartano, popolosa frazione del comune di Torano Castello, rinnova oggi il suo tradizionale e devoto omaggio a San Francesco di Paola. Quest’anno, a causa della pandemia da coronavirus, le consuete celebrazioni in onore del taumaturgo paolano saranno solo religiose. Non ci sarà la tanto attesa processione per le strade del paese, così come ha stabilito l’arcivescovo metropolita Francesco Nolè per tutto il territorio dell’arcidiocesi, così come tutti i consueti eventi che per tre giorni hanno animato ormai da decenni la comunità. 

I parrucchieri di Terranova scrivono al sindaco contro gli abusivi

TERRANOVA DA SIBARI – In previsione della ripartenza a Terranova da Sibari parte una mobilitazione da parte di alcuni parrucchieri i quali, dopo un confronto di qualche giorno fa sull'attività “in nero”, hanno ritenuto importante scrivere una lettera al sindaco Luigi Lirangi. Nella missiva si legge: «Siamo stati costretti ad abbassare le serrande con l'entrata in vigore del DECRETO dello scorso 11 MARZO.

Torano Castello non è più zona rossa. Pronti a ripartire con la fase 2

TORANO CASTELLO - Da oggi Torano Castello non è più zona rossa. A comunicarlo, nella tarda serata di ieri, al sindaco Lucio Franco Raimondo, il Dipartimento Tutela della Salute con una nota a firma del dirigente generale Antonio Belcastro. L’andamento epidemiologico e i dati forniti dall’Asp di Cosenza hanno evidenziato, appunto, una situazione circoscritta ed una classificazione del rischio comunque controllata e gestibile del Covid-19 sul territorio comunale.

A Torano si attende la revoca della zona rossa

TORANO CASTELLO - Nessun nuovo contagio da una settimana e tanti guariti dal Covid-19. L’andamento epidemiologico continua a mostrare segnali molto positivi riguardo al focolaio della Rsa “Villa Torano”, probabilmente frutto del lavoro di contenimento e tracciamento dei contatti portato avanti dal Dipartimento di Prevenzione Igiene e Salute Pubblica dell’Asp di Cosenza. Nonché dell’attività sanitaria svolta nella struttura dai medici della task force della stessa Asp che seguono sia gli ospiti contagiati sia quelli sani.

Corbelli: “La vera sconfitta della Presidente Santelli è la vicenda Villa Torano e l’assurda prigionia dei toranesi”

TORANO CASTELLO - “La vera, grande, pesante sconfitta della Presidente Santelli non è certo la sentenza del Tar della Calabria di oggi, che annulla la sua ordinanza sulle prime riaperture(che io invece condivido), ma la grave vicenda di Villa Torano, l’assurda, ingiustificata prigionia che (sulla base di un dato falso sul numero reale dei contagiati del nostro comune, addirittura raddoppiato: 80 anziché 40, e tutti collegati solo alla Rsa) ha inflitto, per 26 giorni, ai 5000 abitanti, blindando un comune, Torano Castello, completamente fuori dall’epidemia, che domani sarà costretta a liberare”. 

Villa Torano. Altri 17 negativi. Adesso si attende la revoca della zona rossa

TORANO CASTELLO - Ancora buone notizie da “Villa Torano”. Altri diciassette dipendenti della residenza sanitaria assistenziale di Torano Castello precedentemente positivi al Coronavirus, in quarantena domiciliare senza sintomi, hanno effettuato il nuovo tampone come da protocollo risultando tutti negativi. Lo si è appreso nel tardo pomeriggio di ieri. Giovedì scorso, inoltre, due pazienti (di cui uno aveva contratto il Covid-19) che si trovavano nella struttura per un periodo di riabilitazione sono tornati a casa. L’Asp di Cosenza, la cui equipe di specialisti monitora quotidianamente i degenti anche attraverso un sofisticato servizio di telemedicina, ne ha autorizzato le dimissioni.

Torano “zona rossa”. Corbelli pronto con la querela per difendere i diritti della comunità

TORANO CASTELLO - Ormai è scontro aperto, con la vicenda destinata a finire in Procura. Franco Corbelli adesso non ci sta più ed annuncia querele. Sta cercando in ogni modo, da diversi giorni, a far capire alla Governatrice della Calabria che Torano Castello, dove vive, è un paese immotivatamente chiuso e blindato, con tutta la popolazione imprigionata in casa, con gravissimi disagi per le famiglie, i bambini, i malati, gli anziani, i disabili e i lavoratori.

Il Comitato per la tutela dell'ospedale di Castrovillari sulla fase 2

CASTROVILLARI - «In qualità di Associazioni, ormai da molti anni operanti nell’Ospedale di Castrovillari e nell’ambito della nostra Comunità, con funzioni di collaborazione e supporto a tutela della Salute delle popolazioni dell’area del Pollino, in occasione dell’emergenza sanitaria per la pandemia da nuovo coronavirus Sars-CoV-2, determinatasi anche nella nostra Regione, vorremmo sottoporre alle SS.LL. alcune considerazioni riguardanti il ruolo di supporto che l’Ospedale di Castrovillari può svolgere nell’attuale, delicata cosiddetta Fase2 dell’epidemia». Così scrivono dal Comitato delle Associazioni per la tutela dell'Ospedale di Castrovillari e della salute del Territorio al Direttore del Dipartimento della Salute, Antonio Belcastro, e al Commissario dell'Asp di Cosenza, Giuseppe Zuccatelli.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners