Scontro tra camion a Luzzi. Due i feriti

Scontro tra camion a Luzzi. Due i feriti

LUZZI - Due feriti, di cui uno grave. E’ il bilancio dello scontro frontale tra due autocarri avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri in località Linze, a Luzzi. L’incidente si è verificato intorno alle 18, in un tratto rettilineo, lungo la strada provinciale 234 “Riva Destra Crati” che collega Luzzi, Bisignano e S. Sofia d’Epiro con Cosenza. L’arteria, interessata da un notevole flusso autoveicolare, è, purtroppo, già teatro di gravi sinistri, anche mortali. 

Per cause in corso di accertamento da parte dei Carabinieri, i due mezzi si sarebbero scontrati frontalmente. Violento l’impatto, tant’è che uno dei due mezzi è finito nel grosso canalone adiacente alla carreggiata. Due le persone che si trovavano a bordo dei due camion. Per uno degli occupanti si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco che, arrivati sul posto con tre squadre e altrettanti automezzi, hanno lavorato non poco per estrarlo dall’abitacolo. Allertati i soccorsi, sono prontamente giunte sul luogo dell’incidente le ambulanze del 118, i cui sanitari, dopo le prime cure prestate, hanno trasportato d’urgenza i t feriti all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza. Il sinistro, le cui conseguenze potevano essere ben più gravi, ha creato disagi alla circolazione autoveicolare per circa due ore.  Un nuovo, l’ennesimo incidente che ripropone, purtroppo, la pericolosità di quest’arteria il cui asfalto è stato più volte bagnato dal sangue e che si vuole fronteggiare attraverso l’istallazione dell’autovelox. Proprio qualche giorno fa è stata indetta la gara d'appalto da parte della Provincia per l'affidamento del servizio di noleggio, installazione, manutenzione di un sistema omologato per il rilevamento della velocità. Il tratto interessato ricade nelle località Foresta/Gidora, in entrambi i sensi di marcia, al KM 14+000, nella zona dov’è avvenuto l’incidente di ieri. La pericolosità dell’arteria è stata più volte denunciata dal segretario cittadino dei Giovani Democratici, Mattia Lupinacci. Una situazione di rischio che Lupinacci, assieme al sindaco Umberto Federico, aveva prospettato nel corso di un incontro al presidente della Provincia, Franco Iacucci. A seguito dell’ennesimo incidente mortale, inoltre, gli abitanti di località Gidora e delle contrade vicine nei mesi scorsi hanno raccolto centinaia di firme per sollecitare le istituzioni ad intraprendere misure finalizzate a rendere più sicura la circolazione veicolare e pedonale lungo la trafficata SP 234.“Sono stati numerosi i sopralluoghi con il dirigente del settore viabilità, ing. Claudio Le Piane, e la sua equipe - spiega il segretario del Giovani Democratici - durante i quali si è potuto registrare la criticità della situazione, vista anche la presenza di numerose abitazioni e attività commerciali lungo il tratto stradale interessato e la necessità di intervenire con urgenza.  La Provincia, - aggiunge Lupinacci -  a seguito dell'iter autorizzativo della Prefettura, ha avuto in carico la pubblicazione del bando di gara per l'istallazione di una postazione fissa sul tratto di strada in questione.  Sono molto soddisfatto - conclude - perché con l'installazione dell'autovelox ritengo che il tasso di rischio di incidenti stradali si possa ridurre notevolmente, garantendo maggiore sicurezza agli utenti stradali, agli abitanti e alle attività commerciali della zona “.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners