Escursionista luzzese muore sulle Dolomiti. Sgomento in paese In evidenza

Escursionista luzzese muore sulle Dolomiti. Sgomento in paese

LUZZI - Sgomento nella cittadina luzzese per la tragica morte dell’escursionista caduto dalla Sisilla sulle Piccole Dolomiti vicentine, nel comune di Recoaro Terme. Franco Lupinacci, 63 anni, era originario di Luzzi e viveva ormai da anni a Modena. Da quanto si è appreso pare che l'uomo stesse scendendo dalla cima lungo la via normale con altre persone quando, poco sotto il tratto con la catena metallica, si sarebbe accasciato cadendo nel vuoto finendo alcune centinaia di metri più sotto.

Non è ancora chiaro se la causa della caduta sia stata un malore improvviso. Gli uomini del Soccorso alpino sono saliti fino alla selletta della Sisilla per poi calarsi con le corde nel punto in cui si era fermato il corpo senza vita dell'uomo per poi caricarlo su un elicottero giunto da Trento tramite un verricello. Lupinacci era un escursionista molto esperto. La sua grande passione per l’ambiente e per la montagna lo portava a fare nuove esperienze e a scoprire nuovi sentieri. La notizia della tragica scomparsa del 63enne, che lascia la moglie e due figli, si è diffusa nella cittadina cratense, dove ha trascorso gli anni della sua infanzia e dove vivono l’anziano padre Marino, il fratello Tonino ed altri parenti. Non è ancora stata stabilita la data dei funerali, i quali si svolgeranno a Modena.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners