fbpx

Corbelli a Zona Bianca, il "mattatore indignato" della puntata su Rete 4

Corbelli a Zona Bianca,  il "mattatore indignato" della puntata su Rete 4

TORANO CASTELLO - Un autentico "mattatore indignato" quale paladino dei diritti civili. Franco Corbelli è stato tra i protagonisti dell’ultima puntata del programma “Zona Bianca”, la trasmissione condotta da Giuseppe Brindisi su Rete 4. 

Il leader del Movimento Diritti Civili, collegato dal suo storico studio di Torano Castello, da dove porta avanti ormai da oltre 25 anni le sue migliaia di battaglie civili e umanitarie nel suo primo intervento ha con veemenza e civile indignazione raccontato il dramma di migliaia di insegnanti, di personale Ata e studenti universitari che vengono continuamente  offesi (con insulti irripetibili, Corbelli li ha citati espressamente), discriminati , ghettizzati e buttati in mezzo ad una strada perché  - ha evidenziato - ancora gli viene negato l’utilizzo dei test salivari (quelli semplici, fai da te ed economici, non quelli molecolari previsti nell'emendamento approvato nei giorni scorsi dalla Commissione Affari Sociali della Camera), per poter ottenere il rilascio del Green pass e quindi l’accesso a scuole e università. Corbelli si è rivolto alle due deputate presenti in trasmissione (insieme ad altri ospiti), Alessia Morani del Pd e Lucia Ronzulli di Forza Italia, chiedendo loro, polemicamente, di occuparsi, con i loro partiti, del dramma delle migliaia di persone abbandonate al loro tragico destino.  Il leader di Diritti Civili ha affrontato quindi l’altra sfida impossibile, ha denunciato e attaccato il pensiero unico dominante sulla vaccinazione. Corbelli, pur ribadendo di essere a favore della vaccinazione, ha dimostrato, cartelli e dati alla mano, mostrati davanti alle telecamere dell’emittente Mediaset, che i vaccini purtroppo non bastano e che il risultato, se paragonato all’estate scorsa (quando non c’erano i vaccini, mentre oggi ne sono stati somministrati oltre 80 milioni di dosi) è catastrofico. Indubbiamente quella di Corbelli è sicuramente stata una voce fuori dal coro, ma come sempre forte, onesta ed autorevole.

© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners