Esaro, castagne protagoniste a Sant’Agata e San Donato

  • 45. edizione santagatese, la più antica della Calabria; nel borgo sandonatese si perpetua da 29 anni
Le buonissime castagne dell'Esaro Le buonissime castagne dell'Esaro

SANT’AGATA D’ESARO - Per uno strano scherzo del calendario, che si verifica ogni tanto, la castagna – regina d’autunno ma anche del comprensorio dell’Esaro – si sta celebrando simultaneamente a Sant’Agata e San Donato di Ninea.

Fino a domani, nella cittadina santagatese – dove si svolge ininterrottamente dal 1975, sempre il secondo weekend di novembre – praticamente il paese si ferma per festeggiare la castagna, prodotto simbolo del paese, con la Sagra giunta alla 45. edizione e non a caso detta “La più antica della Calabria” grazie ancora una volta all’impegno della Pro Loco. Qui, oltre ai prelibati prodotti e dolci a base di castagne, caldarroste, e via dicendo, c’è anche una fiera-mercato di prodotti artigianali, antiquariato e tanti stand di gastronomia tipica locale. Non mancano concerti, spettacoli folkloristici per grandi e piccini, tra cui il gruppo folk “A pacchianeddra sansustisa”, conferenze a tema e tanto divertimento. Nel borgo sandonatese, invece, la festa - nata come sagra e trasformata negli anni quale “Festa d’autunno” - si perpetua da 29 anni, di solito il primo weekend di novembre ma quest’anno posticipata per via della coincidenza con la commemorazione dei defunti. L’evento sandonatese è patrocinato dall’Associazione nazionale Città del castagno. Come da tradizione anche qui si farà il punto sul turismo montano e sull’entroterra con ospiti ed esperti. Alcuni gruppi folk animeranno le vie del centro storico. Prevista anche l’animazione per i bambini. Il tutto sarà concluso dal live dei Sabatum Quartet.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners