Roggiano, ricordata la figura di Balsano a 150 dalla morte

  • Presso l'aula magna dell'Itis-Liceo un momento rievocativo con gli studenti
L'ingresso della cappella "tomba" di Balsano L'ingresso della cappella "tomba" di Balsano

ROGGIANO GRAVINA - In occasione dei 150 anni dalla sua morte, sarà ricordata stamani la nobile figura di Ferdinando Maria Balsano, sacerdote ed educatore nato a Roggiano nel 1826 e vissuto fino al 7 novembre 1869, quando scomparve tragicamente a Cosenza.

Presso l'aula magna dell'Itis-Liceo, intitolato proprio a "Ferdinando M. Balsano", è previsto un momento rievocativo con gli studenti. Fu un grande erudito, il Balsano, il cui obiettivo era proprio quello di saper portare i giovani sulla strada del dovere, dell’onore e dell’autodisciplina. Alle 11,30 quindi, il ritrovo al monumento in suo onore a Piazza Marconi con la deposizione d’una corona d'alloro da parte del Comune dinanzi al busto del noto filosofo, scrittore e letterato. Seguirà una visita guidata alla cappella che ha al suo interno la tomba del Balsano, presso il Palazzo Limido. Sono stati inviati a partecipare i cittadini e le associazioni presenti sul territorio. In caso d’inclemenza del tempo la visita al monumento ed alla cappella sarà rinviata ad altra data. 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners