fbpx

Altomonte, Mario Falletti informatico di successo

Il giovane Mario Falletti Il giovane Mario Falletti

ALTOMONTE - Questa è la bella storia di uno studente partito da Altomonte per studiare a Cosenza per poi fare – grazie al Progetto Erasmus –esperienze importanti tra la Lituania e Irlanda: ha trovato lavoro e soddisfazioni professionali e personali, ma il suo sogno resta la Calabria. Mario Falletti ha la passione per l'informatica e da Altomonte è giunto prima a Trakai (Lituania) e poi a Cork in Irlanda.

Cork è una città della Repubblica d'Irlanda, capoluogo amministrativo dell’omonima contea e centro storicamente più importante della provincia di Munster, seconda città più popolosa Dublino nonché terza più popolosa anche dopo Belfast. Qui Mario trova la sua casa e intreccia la sua storia con altri calabresi. Ha vissuto nella sua Altomonte fino a 19 anni. Sin da piccolo ha coltivato una forte passione per l'informatica che lo porta a prendere parte ad un gruppo, l'Hacklab Cosenza, promotore dell'open source, dove inizia a fare le prime esperienze nel campo della programmazione. Questa passione lo spinge a frequentare l'istituto cosentino “A. Monaco” dove ha la possibilità di partecipare a tre Erasmus consecutivi a Vilnius (Lituania) e Cork (Irlanda), in cui opera per aziende tecnologiche specializzate nella costruzione di piattaforme web. Dopo il diploma, Mario si sposta a Dublino, iniziando dapprima a lavorare in un'azienda di cyber security, dove si dedica alla realizzazione di un software capace di catturare e mitigare attacchi nelle infrastrutture aziendali attraverso tecniche di hacking avanzate. Nel 2019 si trasferisce in una multinazionale americana, leader nel settore logistico, diventando il più giovane dipendente nella storia dell'azienda. Ad oggi lavora come ingegnere full-stack (all'interno di uno dei “core team”) ad un software utilizzato da aziende per la gestione di queste e per i trasporti ottimizzando costi e tempi. Al contempo, Mario non smette di investire su sé stesso per dare un titolo a tutte le competenze acquisite negli anni. Iscritto da poco alla “University of London”, inizia così a lavorare ad alcuni progetti personali che vedono al centro idee rivoluzionarie da lui pensate con il sogno di aprire una sua azienda al momento in Irlanda, ma il suo sogno nel cassetto è quello di ritornare nella sua Calabria.

 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners