Roggiano, presunte minacce al candidato De Maio dopo una denuncia in un comizio In evidenza

Roggiano, presunte minacce al candidato De Maio dopo una denuncia in un comizio

ROGGIANO GRAVINA -  Si tinge di giallo la campagna elettorale per le comunali 2016. Infatti, secondo una nota diramata dai sostenitori e candidati di “Insieme per Roggiano”, domenica scorsa «diversi minuti dopo la conclusione del comizio elettorale per la presentazione della lista - peraltro trasmesso in diretta e tuttora visibile sulla pagina social "Insieme per Roggiano" - un malintenzionato, sostenitore di un’altra lista, si avvicinava al nostro candidato a sindaco Salvatore De Maio con l’intenzione di aggredirlo fisicamente. Il tentativo era accompagnato da pesanti minacce verbali ed insulti. Per fortuna, la prontezza d’animo ed il repentino intervento d’alcuni nostri militanti hanno impedito che l’insano proposito dell’aggressore potesse interamente consumarsi».

I fatti sarebbero stati comunicati in via “informale” alla locale stazione dei Carabinieri, avendo ora il De Maio i “canonici” novanta giorni per presentare querela di parte. Ma cosa avrebbe provocato tutto ciò? Presumibilmente, alcune testuali frasi dette proprio dal candidato a sindaco «C’è una stranezza fuori da ogni logica e ogni morale – ha asserito: hanno nominato anche il responsabile dei servizi sociali, una persona, una professionista che è stata mandata qui da altro Ente e che non ha assolutamente le qualifiche di assistente sociale. È stata mandata qui come pedagogista e noi non possiamo accettare queste cose in campagna elettorale al di là delle persone e delle nostre parentele, questa persona sarà rimandata al mittente appena arriveremo al Comune ed è un impegno ufficiale che io assumo perché queste porcherie non si devono verificare». Il tutto sarebbe riferito ad una persona che, pur non essendo dipendente dell’Ente (cioè senza alcun rapporto di lavoro diretto), è stata nominata con apposito decreto (protocollo n. 2833 del 08-04-2016, con decorrenza retroattiva dal 01-04-2016) “Istruttore direttivo – categoria D6, Responsabile del Servizio – Settore 1: Amministrativo, Affari Generali, Servizi sociali, ecc. con relativa attribuzione di posizione economico-organizzativa”. In virtù del fatto che «l’avvenimento ha turbato fortemente il clima politico che dovrebbe essere, invece, caratterizzato da reciproco rispetto e tolleranza», i sostenitori di De Maio hanno espresso “solidarietà” allo stesso, auspicando che «si provveda ad isolare ed allontanare i facinorosi, i violenti e i provocatori al fine di riportare il confronto politico delle liste contrapposte nell’alveo della democrazia, della legalità, della tolleranza e del reciproco rispetto».

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners