fbpx

Lettera alla Fidas: «Donare il sangue significa donare vita!»

Autoemoteca per la raccolta di sangue Fidas Autoemoteca per la raccolta di sangue Fidas

 

SAN MARCO ARGENTANO - «Quante volte diamo per scontate mille cose, compresa la nostra stessa vita. E poi, nei momenti più difficili, ripetiamo a noi stessi che daremo più importanza ai nostri cari, ai gesti, alla quotidianità...».

Inizia così l’accorata lettera di una paziente che ha ricevuto una donazione di sangue inviata al presidente regionale di Fidas Calabria, il giovane sammarchese Antonio Parise. «Per fortuna, spesso, il momento difficile passa, ma forse ci dimentichiamo dei buoni propositi», prosegue la donna che comunque ha voluto ricordare «la sera del mese di giugno in cui la “Torre Normanna” si è illuminata di rosso, durante la quale tutte le profonde emozioni provate nel mio periodo difficile sono tornate vive».  Ho ripensato alla mia malattia – prosegue la toccante testimonianza – alle persone che in quel momento mi sono state accanto e anche ai tanti donatori di sangue che inconsapevolmente mi hanno aiutato a guarire. Ho voluto di cuore mandarti questo messaggio proprio per ringraziarvi di aver permesso anche a chi era distante di poter celebrare la vita... perché donare il sangue significa donare vita! Se vorrai, in maniera anonima, condividi pure questo messaggio, voglio unirmi al coro dei ringraziamenti a tutti i donatori di sangue e alle associazioni di volontariato. Perché mi ricordano ogni giorno quanto sono grata alla vita».

 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners