fbpx

Roggiano, 70enne in ospedale dopo la caduta da un albero d’ulivo In evidenza

Roggiano, 70enne in ospedale dopo la caduta da un albero d’ulivo

ROGGIANO GRAVINA – Se la caverà con qualche giorno di ricovero ospedaliero la donna 70enne caduta da un albero d’ulivo ieri pomeriggio in un podere di sua proprietà. Tanto, però, è stato lo spavento specie per quanti l’hanno vista rovinare al suolo dopo aver urtato, sembra con una gamba, una ringhiera in ferro posta nei pressi dell’uliveto.

Immediati comunque i soccorsi che hanno visto allertare da amici e parenti che si trovavano vicino al terreno prima il 118 e quindi il 112, centrale operativa dei Carabinieri di San Marco Argentano. La pensionata si stava dedicando alla raccolta delle olive non lontano da casa sua situata in via Melissa, mentre i fatti sono accaduti nella via Calatafimi, praticamente nella parte terminale del paese che poi scollina verso la provinciale che conduce in discesa fino allo Scalo di San Marco Argentano. I primi ad arrivare, visto l’esiguo percorso da fare sono stati i militari dell’Arma al comando del maresciallo Sandro Di Donnantonio. A ruota un’ambulanza del 118 di San Marco Argentano. Viste le condizioni della donna, in un primo momento è stato avvisato anche l’elisoccorso che infatti è partito dalla base operativa per giungere nei pressi di un ex scuola di formazione professionale dove è stato visto volteggiare prima di trovare lo spazio giusto per atterrare. Successivamente, però, la donna ha dato segni di ripresa e quindi è stato ritenuto far ripartire il velivolo per altri interventi e caricare la persona ferita sulla barella per il trasporto all’Annunziata di Cosenza con l’ambulanza. Sono in corso indagini per capire le cause della caduta che potrebbero essere legate ad un capogiro o comunque a un momento di disattenzione che avrebbero provocato la perdita dell’equilibrio e la conseguente caduta. Al momento le sue condizioni - secondo i sanitari del nosocomio cosentino che l’hanno visitata non appena giunta in Pronto soccorso – non sarebbero gravi ma la signora è stata tenuta in osservazione perché ha bisogno di fare ulteriori accertamenti clinici e diagnostici. Insomma, come si dice in questi casi: la paura è stata tanta ma al momento è rientrata in attesa che dopo le cure del caso possa rientrare nella sua Roggiano.

 

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners