fbpx

Protesta dei cittadini dopo la chiusura della S.P. 188, strada bloccata a Rossano In evidenza

Manifestanti bloccano la Ss 188 Manifestanti bloccano la Ss 188

ROSSANO – La S.S. 177 che collega lo Scalo a Rossano centro è stata bloccata, stamani, dai cittadini e commercianti della città antica per protestare contro il provvedimento della Provincia di Cosenza che, dal mese di novembre 2015, ha chiuso la S.P. 188 in cui sono aumentati i disagi per gli abitanti del centro storico e non solo. La dimostrazione di protesta, organizzata dal Movimento “Terra e Popolo” presieduto dall'Ing. Flavio Stasi, è servita a sensibilizzare l'opinione pubblica e, allo stesso tempo, lanciare un monito al Presidente della provincia di Cosenza, Mario Occhiuto, affinché si faccia carico del problema e possa trovare, in tempi brevi, una soluzione alla vicenda.

La strada, dopo alcune ore di protesta, è stata riaperta al traffico permettendo ai mezzi bloccati (autobus, furgoni e autovetture) di raggiungere lo Scalo e il centro storico. Alla manifestazione, oltre a molti cittadini e commercianti del borgo antico, hanno preso parte comitati spontanei, movimenti ed associazioni del territorio. Tra i manifestanti anche l'ex sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, l'ex consigliere comunale, Ernesto Rapani, il Presidente del Movimento “Raggio di Sole,” Giovanni Petrelli,  il segretario cittadino del PD, Francesco Madeo, i Verdi di Rossano (Giuseppe Campana, Elisa Romano e Francesco Ratti), il segretario cittadino dell'UDC, Giovanni Caruso, i titolari del Centro per Anziani “San Benigno,” Arturo Grillo e Antonio Rago, ma anche i dipendenti della Cooperativa “Neilos” che gestiscono il Museo Diocesano di Arte Sacra e una nutrita delegazione di impiegati della sede Inps di Rossano centro. La circolazione, per alcune ore, è stata interdetta al traffico in cui molti studenti sono scesi dagli autobus di linea per raggiungere, a piedi, il Liceo Classico e il Liceo Artistico. Sul luogo della protesta, oltre alla presenza delle forze dell'ordine (Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Locale), è arrivato, in tarda mattinata, anche il Dirigente dell'Ufficio Tecnico del Comune di Rossano, l'Ing. Vincenzo Di Salvo, il quale ha rassicurato i manifestanti che, tra domani e dopodomani, ci sarà un incontro con i funzionari della Provincia di Cosenza per riuscire a trovare, in tempi brevi, una soluzione al caso e garantire il diritto alla mobilità ai tanti cittadini rossanesi e non solo. I manifestanti, dopo le rassicurazioni da parte del Dirigente Di Salvo, hanno lasciato la S.S. 177, dopo alcune ore di protesta (dalle ore 7 alle ore 11), con l'auspicio che, da qui a poco, possa esserci un epilogo positivo alla vicenda. 

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners