Atto di Affidamento a Maria e visita del vescovo ai comuni della Diocesi In evidenza

  • Lunedì 6 aprile toccherà a Tarsia, Terranova, Spezzano e San Lorenzo
Mons. Giuseppe Satriano Mons. Giuseppe Satriano

ROSSANO - Proseguendo nel cammino di fede, preghiera e vicinanza, alle comunità e a tutti i fedeli, in questo terribile momento di difficoltà che scuote nel profondo i cuori di ciascuno, l’Arcidiocesi di Rossano Cariati si appresta a vivere la Settimana Santa, con l’auspicio che la Pasqua possa essere per tutti momento di rinascita interiore ed anche del vivere sociale.

Alla vigilia delle celebrazioni dei riti che condurranno alla Pasqua di Resurrezione, sabato 4 aprile, alle ore 21 nella Cattedrale di Maria SS. Achiropita, si terrà l’atto di affidamento a Maria dell’intero territorio diocesano mediante la supplica guidata dall’Arcivescovo, Giuseppe Satriano, e del sindaco di Corigliano-Rossano, Flavio Stasi, a rappresentanza di tutti i sindaci dei comuni su cui insiste la Diocesi.
Nei primi giorni della Settimana Santa, a partire da lunedì 6 aprile, l’Arcivescovo attraverserà i vari comuni portando con sé la croce di San Francesco di Paola, segno a cui è legato con affetto il cuore di tutti. La santa reliquia viene messa a disposizione dai Padri Minimi della comunità di S. Francesco di Paola, presente nell’area urbana di Corigliano, che con gioia hanno aderito al progetto della Chiesa locale, vista anche la concomitanza con il V Centenario della canonizzazione di S. Francesco di Paola.
L’Arcivescovo, volendo essere vicino a ciascuno ed interpretando il desiderio dei sacerdoti di far vivere un momento di grazia dal sapore ecclesiale a tutti i fedeli, vivrà un breve momento di preghiera nelle piazze di ogni comune, alla presenza dei parroci e dei sindaci, secondo le norme previste, terminando con la benedizione della città.
La benedizione con la croce, in cui è contenuta la reliquia di S. Francesco, vuole essere il segno di un cammino di conversione a cui tutti siamo chiamati, e l’affidamento al Santo di Paola, perché la sua intercessione possa accompagnare e custodire quanti, nella sofferenza e nell’impegno generoso per gli altri, stanno consumando la loro vita, in questi giorni sofferti e delicati.
I fedeli potranno seguire sia l’atto di affidamento alla Madonna che il momento di preghiera nei singoli comuni attraverso la diretta streaming sulla pagina facebook dell’Arcidiocesi di Rossano Cariati.
L’Arcivescovo, insieme alla Chiesa diocesana tutta, fa giungere la sua vicinanza grata e orante a quanti in questi giorni sono ammalati in ospedale o a casa; ai medici e agli operatori sanitari i quali, con il loro donarsi, esprimono il profumo della passione di Cristo, che per amore ha dato la sua vita per noi; alle amministrazioni civiche e alle forze dell’ordine e a tutti gli operatori del sociale che rendono possibile lo svolgimento sereno della vita per tutti.

Itinerario Croce di San Francesco
Lunedì 6 aprile 2020:
- Corigliano Centro Storico (ore 8,30)
- Corigliano Scalo (ore 9,00)
- Schiavonea (ore 9,30)
- Tarsia (ore 10,30)
- Terranova da Sibari (ore 11,00)
- Spezzano Albanese (ore 11,30)
- San Lorenzo del Vallo (ore 12,00)
- Apollinara (ore 12,45)
Martedì 7 aprile 2020:
- Caloveto (ore 8,45)
- Bocchigliero (ore 10,00)
- Campana (ore 10,45)
- Mandatoriccio (ore 11,30)
- Pietrapaola Scalo (ore 12,30)
Mercoledì 8 aprile 2020:
- Rossano Centro Storico (ore 8,30)
- Rossano Scalo (ore 9,00)
- Paludi (ore 10,00)
- Cropalati (ore 11,00)
- Destro (ore 11,30)
- Longobucco (ore 12,15)
Giovedì 9 aprile 2020:
- Crosia (ore 8,45)
- Mirto (ore 9,15)
- Calopezzati (ore 9,45)
- San Morello (ore 10,30)
- Scala Coeli (ore 11,15)
- Cariati (ore 12,15)
- Terravecchia (ore 12,45)
N.B. Gli orari sono indicativi, quindi potrebbero subire delle variazioni. Quando l’Arcivescovo partirà da un luogo, il parroco della tappa successiva, verrà avvisato. Il tempo di durata dovrebbe essere di 15 minuti circa, il momento sarà ripreso in diretta facebook sulla pagina della diocesi, così da invitare, per chi potesse, la partecipazione da casa della gente del posto.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners