Ancora incendi di auto a Spezzano Albanese

SPEZZANO ALBANESE - Le restrizioni imposte dai vari decreti e ordinanze in tempo di coronavirus sembrano non trovare accoglimento nel territorio di Spezzano Albanese dove, la notte appena trascorsa, si è verificato un grave fatto delittuoso. Due auto e un furgone, infatti, sono andati bruciati e si suppone che la mano sia di origine dolosa.

Arrestato 42enne a Cassano per atti persecutori e incendio

CASSANO ALLO IONIO - Quarantaduenne di Cassano allo Ionio finisce agli arresti domiciliari per atti persecutori e danneggiamento, seguito da incendio, dell’auto della sua ex fidanzata. Il tutto a seguito di un’ordinanza di misura cautelare disposta dal Tribunale di Castrovillari e messa in atto dai Carabinieri della Tenenza di Cassano, dipendente dalla Compagnia di Corigliano Calabro.
Nonostante la vittima avesse già denunciato l’uomo per le vicende accadute, l’individuo ha continuato a chiamarla sul cellulare e mandarle messaggi offensivi e intimidatori.

Incendio alle auto di una concessionaria, arriva la solidarietà di "Solidarietà e Partecipazione"

CASTROVILLARI – Nei giorni scorsi Castrovillari è stata teatro di un grave fatto di cronaca. Una decina di auto sono andate alle fiamme all'interno del piazzale di una nota concessionaria. Si tratta della Antes Auto, che offre anche servizio di noleggio di autovetture. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco del Distaccamento di Castrovillari e i Carabinieri della locale Compagnia che conducono le indagini per identificare la causa dell’incendio.
All'indomani del grave episodio, l’Associazione Cittadina “Solidarietà e Partecipazione” invia un forte messaggio di vicinanza e sostegno ad Antonio Iuvaro, titolare della concessionaria.

Auto in fiamme nella notte a Spezzano Albanese

SPEZZANO ALBANESE - Ancora fiamme durante la notte a Spezzano Albanese. Un'altra auto, secondo le prime ricostruzioni per ragioni dolose, è andata a fuoco nei pressi di Via Fera, nel bel mezzo della notte. Sono circa le 2.30, infatti, quando il fumo e le fiame attirano l'attenzione dei residenti che immediatamente lanciano l'allarme e cercano di spegnere il fuoco che, però, ha già assunto dimensioni ingestibili. Sul posto arrivano i carabinieri e i Vigili del Fuoco che lavorano per lungo tempo prima di domare completamente l'incendio.

Solidarietà di Papasso per l'incendio dell'auto del lavoratore comunale

CASSANO - (Comunicato stampa) Il sindaco di Cassano all’Ionio, Gianni Papasso, appena venuto a conoscenza dell’incendio dell’automobile, una Fiat Panda, preumibilmente di natura dolosa, perpetrato ai danni dell’automobile di proprietà di Francesco Perrone, un lavoratore precario in forza nell’organico dell’ente locale, addetto ai servizi cimiteriali, si è recato presso la residenza dei Perrone, ubicata alla via Latina del quartiere Fiume di Lauropoli, per espremere a tutta la famiglia, a nome proprio e di tutta l’amministrazione comunale, incondizionata solidarietà e vicinanza. Riferendosi all’episodio in questione, il primo cittadino, ha affermato che qualora gli inquirenti, carabinieri della Tenenza di Cassano e vigili del fuoco di Castrovillari, che indagano a 360°, non escludendo nessuna ipotesi, confermassero, così come è stato ipotizzato in un primo momento, che l’incendio della Panda di Perrone, avvenuto notte tempo, tra venerdì e sabato scorsi, in adiacenza dell’abitazione del proprietario, fosse stato di natura dolosa, significherebbe che ancora una volta, personale comunale viene messo nel mirino della criminalità organizzata per ragioni inspisegabili e per questo preoccupanti sia per i singoli che per l’interà comunità locale.

Bruciate due auto del geometra Sarubbo, la solidarietà del Comune di Cassano

CASSANO – (Comunicato stampa) Atto intimidatorio ai danni di un funzionario del comune di Cassano All’Ionio. Ignoti, notte tempo, hanno dato alle fiamme due automobili della famiglia del geometra Franco Sarubbo, responsabile del settore ambiente dell’ente locale. Sul posto, appena scattato l’allarme, sono intervenuti sia i vigili del fuoco, sia i carabinieri della locale tenenza, per la constatazione dell’evento, presumibilmente di matrice criminosa e gli accertamenti di rito. Inutile dire, che la famiglia del tecnico, conosciuto e stimato dalla comunità cassanese, per la sua umanità, la sua dedizione al lavoro e la sua professionalità, è rimasta molto scossa dall’accaduto, di cui si ricerca il movente.

Auto di un marocchino distrutta dalle fiamme a Trebisacce. Sospetta natura dolosa

TREBISACCE - Un incendio, sulle cui origini dolose si nutrono pochi dubbi, nella notte tra domenica e lunedì ha completamente distrutto una Nissan Primera Station Wagon parcheggiata nella parte bassa di Piazza Calvario, dinanzi la delegazione comunale ubicata nel centro storico cittadino. L’incendio che ha distrutto la Nissan, ha danneggiato, seppure lievemente, anche una Smart parcheggiata nei pressi dell’auto bruciata. La Nissan, un modello vecchio e datato, era di proprietà di un cittadino originario del Marocco che a Trebisacce vive, con la moglie e due figli, nel quartiere “Calvario”. L’uomo, che vive dignitosamente di commercio ambulante, si è visto distrutto dal fuoco non solo l’auto con la quale lavorava ma anche la mercanzia in essa contenuta.

Malvito, due auto in fiamme nei pressi del Municipio

MALVITO - Due auto in fiamme, in pieno centro storico, nella tarda serata di lunedì scorso. L’incendio, di presunta origine dolosa, è avvenuto in piazzetta Annunziata, slargo prospiciente al palazzo municipale malvitano e ad un’altra struttura comunale dove è ospitato anche l’ambulatorio dell’ufficiale sanitario. Le autovetture, un’Alfa Romeo ed una Peugeot, erano di proprietà di due giovani del luogo che solitamente la parcheggiano in quel luogo.

Auto bruciata nella notte: è la terza in meno di un anno alla stessa famiglia

SPEZZANO ALBANESE – Ancora auto bruciate nella notte a Spezzano Albanese. A farne le spese, per la terza volta in meno di un anno, è di nuovo la stessa famiglia. Un negozio di frutta e verdura e una vita sempre nei ranghi, ma per tre volte colpita dalla stessa mano di fuoco. L'ultima nella notte appena trascorsa. Sono circa le 4 quando il rumore dei vetri che scoppiano, per le alte temperature causate dalle fiamme che avvolgono l'auto parcheggiata sotto casa, sveglia tutti. L'Opel Zafira del capo famiglia è completamente in fiamme e nessuno può fare nulla.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners