Torano. Studenti a Ferramonti per i Giorni della Memoria

Torano. Studenti a Ferramonti per i Giorni della Memoria

TORANO CASTELLO - “Persone e non numeri: storie di immigrazione e deportazione”.  Questo il filo conduttore della giornata trascorsa dagli studenti dell’Istituto Comprensivo “Torano Castello - San Martino di Finita - Cerzeto” a Ferramonti di Tarsia, in occasione dei Giorni della Memoria. Per il sesto anno consecutivo, appunto, gli alunni, accompagnati dai docenti e dalla dirigente scolastica Maria Pia D’Andrea, sono tornati al Campo di Ferramonti di Tarsia,

unico in Europa e in Italia, rappresenta il lager della salvezza e della speranza in quanto tutti gli internati scamparono alla morte, grazie alla bontà del direttore Paolo Salvatore e all’altruistico operato della popolazione del luogo. Una giornata caratterizzata da momenti di profonda riflessione, con gli intermezzi musicali offerti dall’orchestra della scuola e dai docenti di strumento musicale e le significative testimonianze dello Sprar solidale di Cerzeto e di Yolanda Bentham, figlia di un medico che fu internato a Ferramonti di Tarsia. Nel corso della mattinata è stato proiettato il cortometraggio Number, prodotto nel 2017 dall’istituzione scolastica toranese, vincitore del primo premio della categoria videomaker al Festival My Giffone. Un viaggio suggestivo, dunque, condotto magistralmente dalla dirigente scolastica Maria Pia D’Andrea, per ribadire che conoscere è necessario per non far ritornare più ciò che è accaduto. Ma soprattutto a far prevalere la cultura dell’accoglienza a quella dell’indifferenza. Accoglienza, indifferenza, fare memoria per non dimenticare una delle pagine più brutte della storia. Concetti ribaditi dai sindaci di Tarsia, Cerzeto, Torano Castello e dell’assessore del Comune di Cerisano, presenti alla manifestazione, i quali hanno sottolineato anche l’importante ruolo della scuola nel trasmettere alle nuove generazioni il ricordo affinché la storia sia di monito all’agire presente contro ogni forma di intolleranza e di discriminazione.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners