fbpx

Luzzi. L’assessore Palermo: “Approvato un bilancio coraggioso. Tanti gli investimenti previsti”

Luzzi. L’assessore Palermo: “Approvato un bilancio coraggioso. Tanti gli investimenti previsti”

LUZZI - “Un bilancio coraggioso”. Così l’assessore al bilancio ed alla programmazione, Gino Palermo, definisce il bilancio di previsione 2020 approvato qualche giorno fa con i soli voti della maggioranza del sindaco Umberto Federico.

L’assessore Palermo ed il primo cittadino, infatti, hanno inteso rivolgersi alla comunità a margine della seduta fiume del civico consesso (circa otto ore) per l’approvazione tra l’altro del documento unico di previsione, del bilancio e del piano triennale delle opere pubbliche. “Sono stati previsti diversi investimenti. Un cospicuo intervento in materia di lavori pubblici e miglioramento dei servizi. Tra questi - spiega l’assessore Palermo - il nuovo teatro tenda di cui a breve sarà indetto l’appalto. Si tratta di una struttura all’aperto che consentirà maggiormente comoda la vita sociale della nostra comunità. Abbiamo deliberato un piano d’investimenti sulla viabilità e di urbanizzazione a valle con la realizzazione dei marciapiedi nel tratto tra la rotonda di Cavoni e il nuovo parco commerciale, il miglioramento dei servizi e dell’illuminazione. Altri interventi riguarderanno la sicurezza delle scuole (in particolar modo l’edificio di Via Chiusa grazie ad un consistente finanziamento), l’adeguamento sismico della sede municipale”.  Palermo, quindi, si sofferma sulla discussione tra maggioranza e minoranza in cui si è incentrata l’attività del consiglio comunale, cioè i rilievi mossi dalla Corte dei Conti. “Ci è dispiaciuto - puntualizza l’assessore - non poterci confrontare su questi temi, nonché sull’ampliamento del cimitero i cui lavori sono stati sbloccati da una recente delibera, perché la minoranza ha insistito tanto sulla delibera della Corte dei Conti, arrivando a chiedere con una mozione, votata e respinta, di non approvare il bilancio di previsione alla luce di questi fatti”. Sulle criticità rilevate dai giudici contabili, Palermo ricorda che si tratta di un procedimento istruttorio di cui si sta lavorando alle controdeduzioni relativo al triennio 2015-2017. “Non esiste un “caso Luzzi” - evidenzia - in quanto analoghe richieste di chiarimenti sono arrivate a tantissimi enti”.  Anche il sindaco Federico, quindi, rassicura i cittadini circa la situazione delle casse comunali. “A differenza di altri comuni, i nostri dipendenti si pagano in modo puntuale, i fornitori ed i professionisti vengono pagati tutti anche se con un po’ di ritardo. Credo che un comune che, come si vuol far credere, è a rischio default, che si avvia al dissesto finanziario queste cose non le possa garantire. Certo è che si sta lavorando e che questi problemi che la minoranza ha evidenziato in maniera più drammatica sono sul tavolo dell’amministrazione, dei responsabili e del revisore per affrontarli e avviarci in un percorso più roseo”. Il primo cittadino, quindi, rivendica l’impegno del suo esecutivo che “con tutte le difficoltà che ci possono essere - ribadisce - soprattutto per il fermo causato dall’emergenza Covid19, sta lavorando. In questi 21 mesi che ci separano dalla fine della consiliatura siamo convinti di portare a termine le tante opere programmate”.  Riguardo ai fondi destinati per le scuole su cui si è soffermato il consigliere del M5S, Giuseppe Giorno, il sindaco Federico ribadisce: “E’ vero che si tratta di finanziamenti arrivati a pioggia da enti sovracomunali come Stato e Regione, ma è altrettanto vero che arrivano se saputi chiedere e soprattutto se sono seguiti. Questa amministrazione ha saputo chiedere, seguire e raggiungere gli obiettivi”.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners