Il 26 dicembre a Ferramonti sarà acceso il terzo lume della Chanukka

TARSIA – (Comunicato stampa) Il 26 dicembre si svolgerà la commovente accensione del terzo Lume della Chanukka (il candelabro a 8 bracci), per la prima volta dopo la guerra mondiale, nell'ex campo di concentramento di Ferramonti di Tarsia.
Un segno per ribadire il messaggio di libertà contro i soprusi degli uomini sugli uomini, e la speranza ebraica che non muore nella Shoah, e l’anima ebraica è ancora viva nel Sud a 500 anni dall'espulsione degli ebrei dal Meridione d’Italia.

Dopo il successo della Gioranta dell'Albero, a Tarsia si lavora per l'ambiente

TARSIA – (Comunicato stampa) Successo e partecipazione per la "Giornata Nazionale dell'Albero" svoltasi il 21 Novembre, organizzata dal Comune di Tarsia in collaborazione con I.C. di Terranova da Sibari - plesso di Tarsia, l'associazione Amici della Terra, inserito nel progetto "Le Giornate ecologiche" e coordinato dalla Dott.ssa Simona Celiberti e dal Dott. Roberto Cannizzaro, consigliere comunale delegato alla cultura.

Ameruso indignato per i disagi dovuti alla carenza idrica

TARSIA – (COMUNICATO STAMPA) Indignazione e rabbia vengono dal sindaco del comune di Tarsia, Roberto Ameruso, il quale continua a lamentare forti disagi in tema di carenza idrica. Infatti, nonostante il periodo invernale ormai alle porte, forte è il malcontento dei suoi concittadini a causa della continua mancanza di acqua nelle abitazioni. Il tutto nasce da una comunicazione, dopo i già pesanti disagi estivi, della Sorica dello scorso 26 ottobre in cui si annunciava una ulteriore calo del 35% della disponibilità idrica dell'acquedotto Venaglie. «Una comunicazione -afferma Ameruso- che ci lascia completamente basiti perché l'acquedotto delle Venaglie ha subito un ulteriore calo rispetto alla situazione di normalità». Per tali ragioni il primo cittadino aggiunge: «È qualcosa di inverosimile che ci fa vivere una situazione di gravissimo disagio.

La ferma condanna dell'amministrazione comunale di Tarsia sul duplice omicidio di San Lorenzo

TARSIA - «L’uomo non ha alcun diritto sulla vita di un altro uomo. Chiunque porti sulla sua coscienza la vita di un altro essere umano deve capire. Deve capire che NON È PERMESSO uccidere degli innocenti». Così si legge nella lettera aperta alla cittadinanza di Tarsia, firmata dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Ameruso, all'indomani del duplice omicidio di San Lorenzo del Vallo. I tragici fatti, che hanno visto cadere nel cimitero sanlorenzano Edda Costabile (77anni) e Ida Maria Attanasio (52), colpite da 10 proiettili in tutto, hanno scosso le comunità dell'intero comprensorio ed in particolar modo il borgo tarsiano dove la povera Ida Maria era sposata e viveva da anni. In quest'ottica, quindi, l'amministrazione comunale ha scritto: «L’uomo, qualsiasi agglomerato umano, qualsiasi organo, qualsiasi tipo di criminalità non ha alcun diritto di cambiare o calpestare il diritto sacrosanto alla vita.

Ricordato Marco Aurelio Severino a 360 anni dalla scomparsa

TARSIA – (Comunicato stampa) Il 12 luglio scorso si è svolto presso la sala University Club – Università della Calabria, il seminario “Il contributo di Marco Aurelio Severino (1580-1656) alla Storia della Medicina, della Scienza e della Tecnica nella prima età moderna”, evento che ha dato avvio ad una serie di attività promosse dal progetto Marco Aurelio Severino e che si realizzeranno nell'anno 2016/2017.
Il seminario, che ha avuto luogo in occasione del 360° anniversario della morte del medico calabrese, è stato aperto dal saluto dei rappresentanti delle istituzioni che hanno reso possibile la realizzazione dell'evento: Franco Sergio, in qualità di rappresentante della regione Calabria, l'avvocato Roberto Ameruso, sindaco di Tarsia, la dott.ssa Lilia Infelise, presidente di ARTES, il professore Pio Colonnello, in qualità di rappresentante del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università della Calabria. Pur insistendo su necessità diverse, tutti hanno sottolineato l'importanza di un evento che, attraverso la valorizzazione di una pagina di storia che vede Severino protagonista della scena, mira a ricostruire l'identità calabrese, riconducendo la popolazione alle sue radici.

Oliverio a Tarsia: “Il Cimitero Internazionale dei Migranti sarà il simbolo della Calabria che accoglie”

TARSIA - Il Presidente della Regione Mario Oliverio ha effettuato oggi pomeriggio l’annunciato sopralluogo a Tarsia sull’area destinata ad ospitare il cimitero internazionale dei migranti. "In questo luogo –ha detto Oliverio con non poca commozione- sorgerà il cimitero dei migranti. Voglio pubblicamente ringraziare il sindaco di Tarsia, Roberto Amoruso, per aver messo a disposizione, insieme alla sua amministrazione, diecimila metri di terreno su cui realizzare questa grande opera umanitaria.
Un altro ringraziamento particolare voglio rivolgerlo a Franco Corbelli,  leader di “Diritti civili”, per aver assunto questa iniziativa e per averla portata avanti nel corso di questi anni con caparbietà e determinazione, confermando la sua grandissima sensibilità per i diritti umani e in difesa della dignità degli uomini e delle donne".

I sopralluoghi di Oliverio per il cimitero dei Migranti e Ferramonti si terrano domani

TARSIA – Dopo lo slittamento causato dai fatti di Nizza, l'incontro del presidente della Regione Mario Oliverio a Tarsia è stato fissato a domani, venerdì 22 luglio alle ore 16. La visita servirà per effettuare un sopralluogo all’area dove sorgerà il Cimitero Internazionale dei Migranti, la grande opera umanitaria che ha lo scopo di offrire una degna sepoltura alle vittime dei tragici naufragi che, con sempre maggiore frequenza, si verificano nel mar Mediterraneo.

Rinviato l'incontro di Oliverio a Tarsia dopo i tragici fatti di Nizza

TARSIA - L'incontro previsto per oggi pomeriggio alle 16 a Tarsia, con il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, il sindaco di Tarsia Roberto Ameruso e il leader dol Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, è stato rinviato. La causa è strettamente legata ai tragici fatti di Nizza di ieri sera. Il presidente Oliverio, infatti, ha annullato tutti gli appuntamenti odierni in segno di forte dolore e rammarico per quanto accaduto.

Oliverio domani a Tarsia per sopralluoghi su Ferramonti e sull'area del cimitero dei migranti

TARSIA - Domani, venerdì 15 luglio, alle ore 16, il Presidente della Regione Mario Oliverio sarà a Tarsia, presso l’ex Campo di concentramento di Ferramonti, luogo simbolo della memoria, per effettuare un sopralluogo ad alcuni manufatti che presentano parziali cedimenti.
Subito dopo proseguirà verso il sito individuato dal Comune di Tarsia per la costruzione del cimitero internazionale dei migranti, la grande opera umanitaria che ha lo scopo di offrire degna sepoltura alle vittime dei tragici naufragi che sempre con maggiore frequenza si verificano nel mar Mediterraneo.
Oliverio sarà accompagnato dal leader del Movimento Diritti Civili Franco Corbelli, che da quasi tre anni, dalla tragedia di Lampedusa del 3 ottobre 2013 in poi, si batte per la realizzazione del memoriale per le vittime dei naufragi.

Sp241: riaperto il tratto che arriva fino alla Diga di Tarsia

TARSIA – È stato riaperto al traffico, questa mattina dopo i lavori di ammodernamento, il tratto stradale della Strada provinciale 241 che va dallo svincolo autostradale di Tarsia fino alla Diga, di circa 9 km. I circa 6 metri di larghezza della carreggiata sono stati portati a 9 metri e mezzo. A tagliare il nastro dell’attesa inaugurazione, è stato il Presidente della Provincia Mario Occhiuto, insieme al consigliere provinciale Franco Bruno, davanti a una piccola folla fatta di tecnici, progettisti e operai.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners