Sinistra Italiana preoccupata per la cancellazione da "Città Slow"

Sinistra Italiana preoccupata per la cancellazione da "Città Slow"

ALTOMONTE – (Comunicato stampa) «Siamo venuti a conoscenza, da un post su facebook dell’ex Assessore Enzo Barbieri, che la città di Altomonte, per decisione del Sindaco, sarebbe stata cancellata dalla rete delle “Città Slow International”, per motivi di “non sostenibilità economica”». Lo scrive il coordinamento cittadino di Sinistra Italiana di Altomonte che, in una nota, aggiunge: «Sinistra Italiana ritiene, eventualmente risultasse vera, tale decisione grave ed, evidentemente, scarsamente ponderata.

L’immagine di Altomonte, le reti che nel tempo è riuscita a creare in Italia e fuori dai confini nazionali, sono un patrimonio dell’intera comunità e non possono essere messe in discussione da scelte improvvisate e unilaterali.
Già nel recente passato l’immagine del nostro paese è stata compromessa dalla cancellazione da parte del Touring Club Italiano dai comuni “Bandiera Arancione”.
Considerando, infine, importante la presenza di Altomonte in questi circuiti per la ricaduta pubblicitaria e di attrattiva turistica, Sinistra Italiana invita l’Amministrazione Comunale a rivedere tale scelta e a promuovere, al contrario, una politica turistica e culturale che rilanci le attività di qualità, gli eventi e le manifestazioni che possono riportare Altomonte all’attenzione e agli splendori del passato».

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners