fbpx

Nuovo caso di Covid a Fagnano, si teme un focolaio In evidenza

La centralissima Piazza Splendore La centralissima Piazza Splendore

FAGNANO CASTELLO – Scoppia purtroppo un nuovo caso di Covid 19 nella cittadina montana dell’Esaro e siccome il “positivo”, appena giunto dalla Lombardia, è risultato tale dopo un test sierologico si teme il peggio anche per altre persone. Infatti, lo stesso – secondo quanto appurato – avrebbe giocato martedì 14 luglio una partita di calcetto al “Parco Collodi”.

La comunicazione è stata data dal sindaco di Fagnano Castello, avvocato Giulio Tarsitano, che ha «immediatamente ha attivato la rete per individuare le persone che hanno avuto contatto con lo stesso ed ha appurato, puntualizzando che la manifestazione – quale sport di contatto - è stata resa possibile dal 6 luglio 2020 a seguito dell’ordinanza emanata dal Presidente della Regione Calabria». La comunicazione di positività è pervenuta – come aggiunge Tarsitano - «dal Dipartimento di Prevenzione dell'A.S.P. di Cosenza, dalla quale si evince che la persona, tornata per le ferie, è risultato positivo al test sierologico del Covid-19. Lunedi mattina gli sarà eseguito tampone per lui e un'altra persona che ha viaggiato insieme a lui. È doveroso precisare – prosegue – che qualche giorno fa lo stesso si era sottoposto - volontariamente – al test sierologico e che da oggi entrambi sono in isolamento domiciliare. Acclarato ciò e temendo un nuovo focolaio, lo stesso primo cittadino ha invitato «a titolo precauzionale tutti coloro che avessero partecipato a detta partita di rispettare l'isolamento domiciliare fino all'esito del tampone, a cui sarà sottoposta detta persona, che sarà tempestivamente comunicato. Se il tampone dovesse essere positivo, cosa che non ci auguriamo, saranno adottate le misure previste dalla normativa a tutela della comunità». Infine «si coglie l'occasione per rinnovare l'appello di non abbassare la guardia e di continuare a rispettare le misure di sicurezza imposte, cioè: rispettare il distanziamento sociale, evitare strette di mani ed abbracci, igienizzare spesso le mani, indossare la mascherina in luoghi chiusi o quando si è a contatto diretto con altri. Si invitano in particolare i giovani, tra cui i tanti minorenni, ad evitare durante le ore serali, assembramenti in Piazza Splendore ed in Piazza Don Bosco. A nulla sono valsi i numerosi appelli di questo Sindaco ad essere cauti. Ci siamo dimenticati troppo in fretta di quello che abbiamo patito e che rischiamo di patire perché il virus, purtroppo, è in ancora in circolazione. Anche quello che sarebbe consentito, sia pure entro certi limiti e rispettando alcune misure, ad oggi può essere ancora pericoloso, per cui invito tutti ad essere responsabili e prudenti».

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners