fbpx

San Sosti: auto bruciata nella notte, si indaga sull’eventuale dolo In evidenza

Quel che resta dell'auto distrutta dalle fiamme Quel che resta dell'auto distrutta dalle fiamme

SAN SOSTI – Sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco di Castrovillari per spegnere le fiamme con le quali è stata appiccata e poi completamente distrutta un’utilitaria nei pressi del centro storico sansostese.

L’auto, una Ford Ka, ha preso fuoco durante la notte ed i primi ad intervenire sono stati i militari dell’Arma con una pattuglia che stava perlustrando l’abitato, con i carabinieri che hanno cercato di dar manforte ai primi soccorritori. L’autobotte dei Vigili del Fuoco, giunta nel tempo necessario occorrente per raggiungere dal Pollino la cittadina del Pettoruto, non ha potuto far altro che spegnere i piccoli focolai ancora presenti e mettere in sicurezza la zona nonché raccogliere una serie di indizi che potrebbero essere utili alle indagini. Gli inquirenti, coordinati dal maresciallo maggiore Alberto Cestino, non escludono al momento alcuna pista, hanno comunicato la notizia di reato all’Autorità Giudiziaria presso il Tribunale di Castrovillari e segnalato l’informativa anche alla Compagnia dei carabinieri di San Marco Argentano guidata dal capitano Oscar Caruso. Si è in attesa degli accertamenti tecnici fatti dai Vigili del Fuoco ma, intanto, si sta cercando di capire se ci sono delle telecamere di sorveglianza che potrebbero rivelare qualche elemento utile alle indagini. Erano diversi anni che non accadeva un fatto del genere nella cittadina sansostese e questo pone comunque degli interrogativi. La proprietaria è una donna che fa la casalinga e questo dovrebbe escludere un atto nei suoi confronti anche perché l’auto è stata data alle fiamme vicino la sua abitazione. Si indaga anche in altre direzioni per l’eventuale atto doloso.  L’utilitaria, pur non nuovissima, sarebbe stata tenuta in buone condizioni e questo potrebbe escludere il corto circuito e quindi le cause accidentali. Ma fino a quando non ci saranno altri elementi utili, al momento – pur non escludendo nulla – non si può essere certi della causa connessa all’incendio.  

 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners