fbpx

Roggiano, nuovo presunto caso di positività al Covid-19? In evidenza

Roggiano, nuovo presunto caso di positività al Covid-19?

ROGGIANO GRAVINA – Torna lo spauracchio Covid-19 a Roggiano Gravina? Per carità, nessun allarmismo per una questione per la quale non c’è davvero assoluta certezza. L’eventuale condizionale, però, troverebbe riscontro nell’ordinanza n. 90 del 28 agosto (cioè ieri), pubblicata sull’Albo on line del Comune a firma del Sub-Commissario, Dottoressa Lorella Altimari, che nella parte “ordinativa” scrive:

«La signora (quindi una donna) “omissis” (per opportuni motivi di privacy) sia sottoposta all’isolamento fiduciario/quarantena domiciliare con sorveglianza sanitaria attiva a cura del Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità pubblica territorialmente competente, presso l’attuale residenza, dal 28 agosto 2020 fino al giorno dell’esito del tampone negativo». Ecco, è quest’ultima frase che evidenzia un presunto caso positivo nel provvedimento che ha come oggetto: Misure profilattiche contro la diffusione della malattia infettiva COVID-19 (Art. 50 del D. Lgs.267/2000). Quarantena». A Roggiano Gravina Il Covid-19 non ha fatto fortunatamente vittime, i tamponi sono stati numerosi ma si ricordano soprattutto due casi di positività non proprio facili da gestire e che hanno costretto i soggetti colpiti a terapia intensiva ed a cure successive di non poco conto. Attenzione e cautela allora sì; allarmismo e panico no. È ovvio che quale Autorità sanitaria territorialmente competente, su proposta del servizio di igiene pubblica territorialmente competente, il Commissario prefettizio, tramite il suo vice, abbia adottato un’ordinanza per la disposizione dell'isolamento volontario per un periodo massimo di 14 giorni. E si spera che alla fine del periodo nel quale è stato proposto nei confronti della donna l'adozione di apposita ordinanza risultata “caso sospetto Covid-19 positivo” per essere sottoposta ad isolamento fiduciario/quarantena domiciliare con sorveglianza sanitaria attiva a cura dello stesso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità pubblica, è ovvio che bisogna comunque fare attenzione perché vuol dire che il virus è ancora in circolazione. Per tale motivo è stato imposto al messo comunale di notificare l’Ordinanza al soggetto destinatario del provvedimento, osservando la distanza di sicurezza di almeno due metri; alla Polizia Municipale e al Dipartimento di Prevenzione sede territoriale di Castrovillari - ASP n. 2, ciascuno per le proprie competenze, di vigilare sul rispetto dell’Ordinanza che – come da prassi – impone alla persona il divieto di contatti sociali, di spostamenti o viaggi e l’obbligo di rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza. In buona sostanza, la prudenza non è mai troppa e sicuramente per tutti valgono le norme sul divieto di assembramento, di distanziamento sociale, dell’uso delle mascherine quando questo non possa essere garantito, sull’igiene delle mani ed ogni precauzione utile ad evitare pericoli di contagio.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners