fbpx

Esaro, mestizia e impotenza per tre decessi da Covid nel comprensorio In evidenza

L'Ospedale Annunziata di Cosenza L'Ospedale Annunziata di Cosenza

ROGGIANO GRAVINA – C’è un senso di mestizia e di impotenza nel comprensorio della Valle dell’Esaro. Mestizia perché si piangono altri tre morti di questa sgradevolissima pandemia; impotenza perché è così che ci si sente di fronte a questo mostro invisibile che s’insinua nelle vite di molti, specie dei più fragili, sicuramente accorciando la propria esistenza terrena.

Altre tre persone si sono aggiunte purtroppo alla lista dei decessi compreso il primo lockdown. Qualcuno dirà: il prezzo pagato non è altissimo come altrove, ma vedere sfuggire la vita di una persona, strappata ai propri affetti che – ironia della sorte – neanche possono dare il loro estremo saluto ai loro cari è una cosa che colpisce al cuore. E ci rende ancora più fragili. In ordine cronologico, è mancata anzitutto una pensionata a Roggiano Gravina con il totale di questa seconda ondata che sale a due morti. All’Annunziata di Cosenza, invece, hanno smesso di vivere un 77enne di Sant’Agata d’Esaro, che già da quindici giorni era in terapia intensiva all’Annunziata di Cosenza: è il primo deceduto nella cittadina santagatese e viene ricordato come persona affabile e grande lavoratore. Quindi, un 80enne di Malvito, assistito presso una Rsa di San Sosti e portato d’urgenza da un’ambulanza a Cosenza a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni e che, pur affetto da altro patologie, è mancato per complicanze del contagio da Coronavirus. Secondo fonti accertate, quello collegato ad una delle due Rsa sansostesi sarebbe il secondo per Covid. Tuttavia, c’è chi non ha confermato quello di un paio di settimane addietro, un pensionato 71enne i cui familiari vivono tutti fuori dalla Calabria e che hanno comunque chiesto alle autorità sanitarie la causa certa della morte del loro congiunto. Al momento, comunque, la situazione aggiornata al nel distretto sanitario Esaro – tranne eventuali notizie dell’ultima ora o variazioni non rese note – risulta la seguente. A Roggiano Gravina 32 positivi di cui 30 a domicilio; 2 in ospedale; 4 guariti; e 2 decessi; Altomonte 18, di cui 17 a domicilio + 1 in ospedale; San Marco Argentano e Spezzano Albanese 13 tutti isolati in quarantena; Malvito 7, tutti a domicilio compresi 1 ragazzo e 2 minori isolati per contatto; 1 decesso; Mongrassano 6, tutti a domicilio con 7 quarantene collegate; Sant’Agata d’Esaro 9, 3 in ospedale; 6 a domicilio; 6 guariti; 1 decesso; San Sosti 5, 4 a domicilio, 1 in ospedale, 3 guariti e 1 deceduto; San Lorenzo del Vallo, 4 a domicilio; Cerzeto, Fagnano Castello e Terranova da Sibari a 1.

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners