Ciclismo, Antonio Borrelli vince il 5. giro della Valle dell’Esaro

MOTTAFOLLONE - Antonio Borrelli, corridore campano portacolori della “Velociraptor P. Bettini” (Lamezia Terme) vince per distacco la 5a edizione del Trofeo ciclistico “Valle dell’Esaro”. Il battistrada copre il tracciato (circa 100 km.) in 2h 2’ e 53” alla media di 48,823 staccando di 1’ e 40” Enrico Pio D’Elia (Kiklos Team Battipaglia) e Paolo Patti (Pianopoli Bike Team) giunto con 2’ e 06” di distacco.

Rapina sventata all’ufficio postale di Mottafollone 

MOTTAFOLLONE - Rapina sventata all’ufficio postale del piccolo borgo dell’Esaro grazie all'immediato intervento dei militari della Compagnia di San Marco Argentano, nella fattispecie della stazione di San Sosti, ma anche grazie alla solerzia di chi dirige le poste mottafollonesi che ha premuto l'allarme per avvisare la Centrale operativa della Compagnia coordinata dal capitano Oscar Caruso.

Da Mottafollone a Newcastle, storia d’amore e di sport

MOTTAFOLLONE - Lo sport oltre le barriere e la disabilità intesa come risorsa e non quale ostacolo. Sullo sfondo, una bellissima storia d'amore, che li ha portati entrambi ai Mondiali per i “trapiantati” in svolgimento fino a ieri a Newcastle in Inghilterra. I due protagonisti sono Domenico Roberto, trapiantato, nativo del piccolo borgo dell’Esaro, e sua moglie Katia Grosso, che – in qualità di donatore vivente del marito – hanno preso parte alla spedizione degli azzurri per la 22. edizione dei “World Transplant Games”,

Tutto pronto per la 3a edizione della Notte Bianca a Mottafollone

MOTTAFOLLONE - nota stampa - Stasera alle ore 18,00 si darà il via alla terza edizione della Notte Bianca Funk-Jazz Street. Un evento attesissimo quello che si terrà a Mottafollone, un piccolo borgo sito nella valle dell’Esaro in provincia di Cosenza. L’ingresso all’evento è gratuito, l’invito è rivolto a tutti coloro che vogliono trascorrere momenti di sana allegria e riscoprire arte e cultura del territorio cosentino.

Minaccia vicini e familiari, 64enne ricoverato in regime di Rems

SAN SOSTI - Ieri i militari della Stazione Carabinieri di San Sosti hanno eseguito una misura di sicurezza personale, con ricovero in regime di rems (Residenza per l'esecuzione di misure di sicurezze), nei confronti di un soggetto denunciato per minacce aggravate e continuate a danno di familiari e vicini.

Inaugurata a Mottafollone la Casa di riposo Sant'Antonio Abate

MOTTAFOLLONE - Una nuova residenza per gli anziani della Valle dell’Esaro, per dare la giusta assistenza alle persone ma anche per offrire opportunità di lavoro. È nata con questi intenti la casa di riposo “Sant’Antonio Abate”. L’ha inaugurata e benedetta il Vescovo della Diocesi di San Marco – Scalea, monsignor Leonardo Bonanno, che ha tagliato il nastro insieme al Governatore della Calabria Mario Oliverio, di fronte a numerose autorità civili, religiose, militari ed a tanti cittadini.

Mottafollone, sarà inaugurata la Casa di riposo "Sant'Antonio Abate"

MOTTAFOLLONE - Sarà inaugurata domani, 3 novembre, alle ore 16, la casa di riposo “Sant’Antonio Abate”. All’evento, indetto dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Romeo Basile, parteciperanno il vescovo, mons. Leonardo Bonanno; il parroco don Franco Cozzitorto; i parlamentari Enza Bruno Bossio ed Ernesto Magorno; il presidente della Regione, Mario Oliverio; il consigliere regionale Franco Sergio; il presidente della Provincia Franco Iacucci, quello dell’Ente Parco, Domenico Pappaterra; il direttore generale dell’Asp Raffaele Mauro e quello del distretto sanitario Esaro – Pollino, Franco Di Leone; oltre a sindaci e amministratori del territorio.         

Incendio distrugge alcuni ettari di terreno a San Sosti

SAN SOSTI - I problemi incendiari che, per fortuna, non si sono verificati ad agosto come spesso accaduto in passato, sono purtroppo avvenuti nelle scorse ore in due località rurali del territorio sansostese. Sarà stato probabilmente l’innalzamento delle temperature rispetto allo scorso mese; comunque, per cause in corso d’accertamento, sono andati in fiamme diversi ettari di terreno, fra arbusti, alberi e macchia mediterranea, nelle zone di zone di Cannia e Vulcanne, limitrofe anche al comune di Mottafollone.

La strada provinciale 126 è pericolosa

SAN SOSTI - «La strada Provinciale 126, che attraversa i comuni di Mottafollone e San Sosti arrivando fino alla località Fravitta, è in condizioni d’abbandono, degrado e pericolosità». La denuncia arriva da Michele Iannello, ex amministratore del Comune sansostese e primo dei non eletti alle recenti elezioni del 2017 nella lista “San Sosti nel Cuore”.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners