fbpx

Problemi ambientali nel dibattito del Meetup 5 stelle a Castrovillari In evidenza

Problemi ambientali nel dibattito del Meetup 5 stelle a Castrovillari

CASTROVILLARI - (Comunicato stampa) Qualità ambientale per l’intero territorio, migliore percorribilità e raggiungimento dei luoghi nonché uso sostenibile dell’esistente sono stati, sabato pomeriggio, al centro del confronto di “Democrazia e partecipazione”; la consueta iniziativa di confronto, promossa dall’Amministrazione municipale di Castrovillari con cittadini, associazioni ed altri soggetti, svoltasi questa volta nella sala delle rappresentanze, al primo piano di palazzo Gallo, sede temporanea del Comune, aveva come interlocutori il Meetup dei 5 Stelle, il Coordinatore delle liste Civiche ed i rappresentanti del Comitato di Cammarata contro la Riapertura della discarica di Campolescio.
A rispondere gli Assessori Pasquale Pace, all’Ambiente, ed Aldo Visciglia, ai Lavori Pubblici, presenti per l’Amministrazione e la maggioranza anche l’Assessore Pino Russo, i consiglieri comunali Francesca Dorato, Nicola Di Gerio, Serena Carrozzino, Gerry Rubini, Dario D’Atri, Peppino Pignataro, e tra i collaboratori del primo cittadino Salvatore Dessì e Cristina Cosentino, quest’ultima delegata del Sindaco per il progetto “Verticalia”.

L’incontro è stato aperto da una interrogazione del Coordinatore Franco Guaglianone circa l’esito della richiesta, da parte delle Liste Civiche, per l’utilizzo dei terreni incolti di proprietà comunali, che secondo le stesse registra alcuni mesi d’attesa nonostante l’opportunità urgente di offrire a cento giovani un’opzione di lavoro per la coltivazione di tali aree. L’assessore Visciglia rispondendo ha affermato che l’Amministrazione era al lavoro per definire le apposite procedure al fine di redigere il bando e che, come hanno richiamato la presidente della Commissione Finanze, Dorato -segnalando tra l’atro l’inizio delle apposite richieste-, insieme ai consiglieri Rubini -che ha proposto pure un incontro all’Assessorato Regionale competente per verificare la tempistica legata ai Programmi di Sviluppo Rurale 2014/2020 in definizione- e Di Gerio- richiamando ancora la volontà dell’intera maggioranza-, è fortemente determinata a fornire questo tipo di possibilità a chi è interessato a mettersi in gioco in agricoltura a partire da una volontà di fare impresa. Da qui, inoltre, l’indicazione che a fine mese inizio del prossimo, l’Amministrazione dovrebbe essere in grado di dare avvio al Bando.
A seguire l’ha fatta da padrone, per il tempo assorbito, l’interpellanza presentata dal Comitato di Cammarata contro la Riapertura della Discarica di Campolescio per conoscere l’esito della richiesta per la formalizzazione di un Tavolo Tecnico di concertazione e risoluzione della vicenda Dolcetti/Campolescia. L’Assessore Pace intervenendo ha immediatamente chiarito che il Sindaco Lo Polito ha sollecitato la Prefettura ,per iscritto, affinché il Tavolo si svolga presso i loro Uffici ,”sottolineando, così -ha aggiunto Pace-, l’interesse e disponibilità a partecipare per trovare la soluzione migliore, mentre l’Amministrazione - ha fatto presente - è impegnata a mettere in sicurezza il sito, a tutela della Zona e in risposta a una prescrizione europea che attendeva da anni di essere onorata. L’Assessore Pace ha anche aggiunto che questa Amministrazione è pronta in qualsiasi momento a tombare la discarica, come richiamato altre volte, a fronte del reperimento di 800mila euro di spesa non disponibili attualmente. Stessa sottolineatura è arrivata dall’Assessore Russo e , con diverse argomentazioni, dai consiglieri Di Gerio e Rubini. Nella discussione Leonardo Golia, membro del Comitato oltre a richiamare l’urgenza di un Tavolo che faccia interloquire tutti i soggetti in città con il Comune, ha sottolineato la delicatezza del problema e la pericolosità sociale che si cela dietro, senza contare le ricadute che questa situazione avrebbe, se non si risolvesse con la chiusura immediata della discarica, sul lavoro e sulle produzioni del distretto agroalimentare. Stesso allarme è venuto da Franco Guaglianone per le Civiche che oltre a sollecitare l’urgenza di un Tavolo Tecnico in loco tra Comune, Associazioni ed Organismi, ha ribadito, in più modi e con diversi esempi l’importanza di tombare al più presto la discarica. A Lui ha fatto eco il dottore Veltri dello stesso Comitato di Cammarata. Sulla stessa lunghezza d’onda i 5 Stelle che attraverso Angela Confessore ed altri hanno affermato che non c’è discarica senza rischio anche se in piena sicurezza. Valutazione che ha spinto pure il geometra Francesco Bianchimani dell’Ufficio Ambiente ad intervenire per spiegare, carta alla mano, ancora, tra le altre cose, lavori ed impegni che si stanno profondendo, a tutela della zona e della salute, con la messa in sicurezza e secondo le indicazioni degli uffici regionali. Tra gli altri contributi anche uno da parte di un rappresentante della Coldiretti che ha proposto per la tombatura immediata della discarica la possibilità di attingere ai fondi delle nuove misure dei POR, “che allo stato attuale però - ha sottolineato l’Assessore Pace- sono solo linee di interesse che si devono ancora concretizzare in bandi pubblici a cui fare richiesta.
I lavori sono seguiti con l’interrogazione dei 5 Stelle sulla situazione rifiuti e sui fatti che hanno interessato recentemente Castrovillari, anche con il cambio della ditta del servizio di raccolta e smaltimento su cui ha relazionato l’Assessore Pace. Questi nel fare la cronistoria degli ultimi avvenimenti ha spiegato l’impegno dell’Amministrazione per svolgere la nuova Gara d’Appalto, il cui bando potrà essere pubblicato a breve in quanto si è formalmente costituita la Centrale Unica di Committenza tra il Comune di Castrovillari e quello di Saracena per espletare le gare d’appalto con importi superiori a 40.000 euro. Durante lo scambio di opinioni si è parlato anche del nuovo Ambito in cui è collocato Castrovillari, con Cosenza Comune capofila, e del Piano Regionale dei Rifiuti che deve recepire le Valutazioni Ambientali Strategiche per una migliore risposta tra esigenze di conferimento delle popolazioni e territorio.
I 5 Stelle, poi, hanno voluto conoscere lo stato di avanzamento dei lavori sulle barriere architettoniche. A rispondere ci ha pensato l’Assessore Visciglia, il quale ha ricordato che era stato fatto ben poco per la carenza di personale in cui versa l’Ufficio tecnico. Lo stesso, però, ha ribadito l’impegno e volontà dell’Amministrazione che saranno concretizzati, come già promesso ed assunto, con quanto proviene dagli oneri di urbanizzazione e con altre risorse. A tal riguardo il consigliere Rubini ha annunciato che con parte di queste si sistemeranno porzione dei marciapiedi di corso Calabria. Nella discussione è stata assicurata, poi, la funzionalità degli ascensori installati nel Castello Aragonese su cui erano state richieste informazioni.
A chiudere la maratona delle interrogazioni una, sempre di 5 Stelle, richiamata da Marilina Capano, finalizzata a capire se è possibile recuperare il progetto originale riguardante il ripristino della tratta ferroviaria “Castrovillari- Spezzano Albanese” per la quale l’Assessore Visciglia con l’Assessore Pace hanno espresso, a nome dell’Amministrazione, la disponibilità di reperire questo progetto presentato anni fa in città in un apposito studio da alcuni tecnici e legato alle cosiddette strade verdi o greenways.
Una seduta, insomma, pregna d’informazioni su azioni, volontà, voglia di dare risposte in forma sinergica, nel rispetto dell’ambiente e della sostenibilità del territorio su cui -è stato spiegato dagli amministratori- sono fermi e determinati l’impegno quanto la volontà e le programmazioni che sono messe in campo per imprimere quell’importante coinvolgimento di cui nessun territorio o città può fare a meno.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners