Senise insiste: "Necessario validare i test rapidi per la diagnosi del Covid19" In evidenza

Roberto Senise Roberto Senise

CASTROVILLARI – «È grave e colpevole la lentezza con cui procede l’istituto Superiore di Sanità ad affrontare l’emergenza Covid 19 in particolar modo nella validazione dei test rapidi per la diagnosi del coronavirus». Lo afferma in una nota il presidente del movimento politico culturale Pollino-Sibaritide “Forza Castrovillari”, Roberto Senise, il quale aggiunge: «La presenza di questi test rapidi -continua- sul commercio e prodotti anche da una nota ed affermata azienda farmaceutica italiana, sono presenti sin dall’inizio dell’insorgenza del Virus mortale ed a distanza di oltre un mese e mezzo, nonostante le sollecitazioni del Movimento Politico “Forza Castrovillari”, ancora non si è proceduti a validare i test rapidi tali da poter effettuare lo screening a tappeto a tutta la popolazione.

Il test rapido in soli 15 min consente la diagnosi immediata, utile nelle strutture di prima accoglienza e nelle terapie intensive, così come in contesti come il pronto soccorso e tende triage, ma anche dove si registra un grande afflusso di persone come aeroporti, stazioni ferroviarie e porti.
È inaccettabile assistere azioni difformi nel contesto nazionale in un sistema sanitario, seppur regionalizzato ed in una fase di emergenza nazionale, che alcuni presidenti delle Regioni per tutelare la salute dei propri cittadini e altri che si muovono con prudenza, procedono in autonomia ad effettuare i test rapidi ai cittadini senza che gli stessi siano convalidati pur avendo evidenza scientifica, mentre alcune Regioni ferme per l’inerzia dell’Istituto Superiore di Sanità.
È evidente che l’approccio diagnostico non è stato efficace per non aver utilizzato in tempo i test rapidi in primis agli operatori sanitari, vittime di essere stati contagiati ed a sua volta per aver trasmesso il virus, forze dell’ordine ed a seguire tutta la popolazione, coinvolgendo i laboratori analisi degli ospedali hub e spoke creando anche centri di coordinamento comunali che si occupino di diagnosi dei malati e soprattutto delle persone dello stesso territorio con le quali hanno i contatti.
Ritardi inaccettabili nell’utilizzo dei test rapidi che avrebbe consentito ad individuare sin da subito pazienti asintomatici e pauciasintomatici ed evitare il dilagare della diffusione del virus in modo esponenziale nella popolazione che, nei fatti, il numero dei contagiati è ben superiore a quanto diffuso dalla Protezione Civile Nazionale per la presenza di una parte consistente di asintomatici sommersi fortemente contagiosi.
Ecco perché bisogna fare in fretta e dal Movimento politico Pollino Sibaritide “Forza Castrovillari”, dalla Calabria, invitiamo L’Istituto Superiore di Sanità a validare già a partire dalla prossima settimana, i test rapidi per la rilevazione delle IgG ed IgM, in modo che si possa procedere in tutto il territorio nazionale in modo univoco nella valutazione epidemiologica della circolazione del Covid 19».

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners