fbpx

Luzzi. Giorno (M5S):” Ok per la bonifica discariche abusive, però necessaria una corretta informazione”

Luzzi. Giorno (M5S):” Ok per la bonifica discariche abusive, però necessaria una corretta informazione”

LUZZI - Bene per la bonifica delle aree divenute discariche abusive di rifiuti, ma è necessaria una corretta informazione da parte dell’amministrazione comunale. Il consigliere di minoranza, Giuseppe Giorno, interviene  così riguardo alle notizie diffuse dal vicesindaco e assessore all’ambiente, Teresa Bria, circa l’operazione di bonifica delle discariche abusive di rifiuti sul territorio comunale e sull’istallazione delle foto-trappole.

Il tutto per una spesa complessiva - rende noto il consigliere pentastellato  -  di circa quindicimila euro.  “È importante, però, ricordare alcune cose affinché l’informazione sia corretta.  Esattamente un anno fa - scrive Giuseppe Giorno -  gli attivisti del M5S Luzzi hanno effettuato un video messaggio per la segnalazione di diverse discariche abusive e contestualmente sono state avanzate le proposte per l’acquisto delle foto-trappole. Inoltre, gli stessi attivisti hanno denunciato alle autorità competenti diversi siti di rifiuti. A tal proposito, dopo la denuncia, - prosegue il consigliere dell’opposizione - scatta una procedura ben precisa ai sensi del D.L.vo 156/06”. Ed aggiunge: “Ancora una volta si prende spunto dai buoni propositi di cittadini attenti, propositivi e coraggiosi. Viste le denunce l’ente è stato obbligato ad intervenire nella bonifica del territorio, ovviamente un intervento tempestivo avrebbe fatto risparmiare soldi”. Riguardo alla tolleranza zero annunciata da Palazzo Vivacqua contro gli indisciplinati che non rispettano l’ambiente, il portavoce del M5S in seno al consiglio comunale ritiene che “sarebbe opportuno farsi un esame di coscienza per la discarica dell’autoparco comunale, prima di fare la morale ai cittadini”. Giorno mette a confronto gli importi spesi per la sola bonifica dell’autoparco comunale di località Gidora (ventseimila euro circa per ingombranti e rifiuti speciali) e quella delle varie discariche sparse sul territorio (undicimila euro per ingombranti e rifiuti speciali). I pentastellati di Luzzi ricordano altresì che, nonostante le denunce di diversi cittadini, non è stata ancora ripulita l’area che sorge a monte del territorio luzzese, precisamente all’incrocio per contrada Cozzo di Pietro.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners