fbpx

Precari. Lsu e Lpu stabilizzati a Torano e Cerzeto

Precari. Lsu e Lpu stabilizzati a Torano e Cerzeto

TORANO CASTELLO - Tutti stabilizzati i lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità del comune di Torano Castello. A renderlo noto il sindaco Lucio Franco Raimondo e l'esecutivo municipale.

La firma del contratto a tempo indeterminato per i ventuno lavoratori precari è avvenuta il 31 dicembre scorso ed è stata annunciata “per salutare, con una grandissima ondata di positività e felicità, un 2020 molto particolare”. “Dopo ventidue anni, questi lavoratori, finalmente, - si legge in una nota del municipio toranese - hanno acquisito la qualifica ed i diritti di dipendenti comunali a tutti gli effetti. Con l'occasione si ringraziano tutti i dipendenti e la segretaria comunale per l'apporto e l'impegno che, quotidianamente, viene profuso nell'interesse dell'ente e della collettività toranese”.
Firma del contratto a tempo indeterminato anche per quattro lavoratori ex Lsu-Lpu impegnati nel comune di Cerzeto. Un lungo periodo, ben ventitré anni, di precariato che si è concluso con la sottoscrizione del contratto che ha donato loro stabilità e sicurezza.
“Con un contratto di ventiquattro ore lavorative, - evidenzia l’amministrazione comunale del sindaco Giuseppe Rizzo - oggi abbiamo posto le basi per un ulteriore ed importante passo di giustizia ed equità. Un percorso che abbiamo portato avanti negli anni tra rinvii e proroghe ma che oggi finalmente ha raggiunto lo scopo”. Per l’esecutivo municipale del piccolo centro arbëreshë con il 2021 “si apre un nuovo percorso fatto di ulteriore responsabilità, sacrificio e impegno per soddisfare le esigenze della nostra comunità, con dedizione e consapevolezza del ruolo duramente raggiunto”.

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners