Chiusa con successo la Settimana dell'Olio a Spezzano

SPEZZANO ALBANESE – (Comunicato stampa) L’Istituto d’istruzione superiore “V. Bachelet” - Liceo scientifico - Istituto Professionale servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale di Spezzano Albanese, posto in un comprensorio a forte vocazione agricola, si rinnova ed investe per avviare una nuova fase di crescita delle attività didattiche nell’ambito dell’agricoltura. In questo contesto, si inserisce “la Settimana dell’Olio”, seconda edizione, che si è conclusa con il convegno di sabato 3 dicembre dal titolo: “L’olio I.g.p. di Calabria - Le nuove sfide dell’olio extravergine calabrese”.

Terme cittadine, Iannuzzi chiede chiarimenti sui 100mila euro, Nociti: "Una boccata d'ossigeno per le casse"

SPEZZANO ALBANESE – «Va fatta una transazione e va chiusa la questione Terme nel più breve tempo possibile». E’ questo l’input lanciato dal consigliere di minoranza Fernando Iannuzzi durante l’ultima assise straordinaria tenutasi mercoledì nella sala consiliare del Comune spezzanese. «E’ da una vita che si parla delle Terme, una questione che riecheggia nelle orecchie di amministratori e cittadini da troppi anni -continua Iannuzzi-.

La Marina Militare incontra gli studenti del "Bachelet"

SPEZZANO ALBANESE – L'Istituto d'Istruzione Superiore, Liceo Scientifico “V. Bachelet” - Ipa, di Spezzano Albanese continua a tenere alto il profilo professionale offrendo, nel proprio programma di offerta formativa, nuovi input per i propri ragazzi. Infatti, si terrà domani mattina alle 9.15 presso l'aula magna del Liceo un incontro con l'Associazione Nazionale Marinai d'Italia gruppo “V. Guagliani” di Cosenza, in collaborazione con il Comando della Capitaneria di Porto di Corigliano Calabro.

La questione Terme riemerge in sede di assestamento di Bilancio

SPEZZANO ALBANESE - Il consiglio comunale vertente sull’assestamento di bilancio tenutosi mercoledì pomeriggio a Spezzano Albanese ha fornito lo spunto per riaprire la diatriba sull’annosa questione delle Terme.  Il dibattito sulla gestione della struttura, i canoni arretrati, i rapporti legali aperti per risolvere la faccenda tra la società che gestisce le Terme e il Comune sembrava avesse imboccato la strada del “disinteresse” da parte della comunità arbëreshe – come del resto conferma il fatto che la sala consiliare mercoledì fosse deserta durante l’assise – ma, evidentemente, così non la pensano i membri della minoranza, agguerrita nel richiedere spiegazioni proprio su una voce nell’assestamento di bilancio in cui si menziona un introito di 100mila euro derivante dal rapporto con le Terme.

La Settimana dell'Olio coinvolge i giovani di Spezzano

SPEZZANO ALBANESE – È in pieno svolgimento l'evento intitolato “La Settimana dell'Olio” che l'Istituto d'Istruzione Superiore di Spezzano Albanese, diretto dal dirigente scolastico Francesco Talarico, ha inteso organizzare per l'anno in corso. L'iniziativa, partita lo scorso 28 novembre con l a visita ai frantoi del territorio e proseguita con una giornata di degustazione con gli alunni della locale scuola media, prevede un programma di altri due appuntamenti che si terranno giovedì 1 dicembre alle 16.30 con un mini corso di analisi sensoriale dell'olio ed il convegno sul tema “Igp Olio di Calabria: le nuove sfide per l'olio extravergine calabrese”, previsto per sabato 3 dicembre, alle 10 presso l'aula magna del liceo “V. Bachelet”.

Controlli sul territorio, denunce fra Roggiano e Spezzano Albanese

SAN MARCO ARGENTANO – (Comunicato stampa) I carabinieri della Compagnia di San Marco Argentano coordinati dal capitano Giuseppe Abrescia continuano incessantemente nella loro attività istituzionale di prevenzione e repressione dei reati in genere. In Roggiano Gravina e Spezzano Albanese, nella giornata di venerdì scorso, i militari dipendenti da questo comando, hanno deferito in stato libertà:

Sequestrata area adibita a discarica a Spezzano. Tre persone denunciate

SPEZZANO ALBANESE – (Comunicato stampa) In data odierna, in Spezzano Albanese, i militari della locale stazione carabinieri unitamente a quelli della stazione di San Sosti, coordinati dal comandante della compagnia di San Marco Argentano, cap. Giuseppe Abrescia, al termine di un’articolata attività investigativa, deferivano in stato di libertà tre soggetti residenti nel territorio di Corigliano Calabro. In particolare, i militari attraverso mirati servizi di osservazione, rinvenivano in località Infascinato di Spezzano Albanese, all’interno di un terreno di proprietà di una coppia di Villapiana e adibito a capannone industriale, un'ingente discarica di rifiuti a cielo aperto su di un'area di circa 2000mq depositati in modo incontrollato e soggetti all’intemperie con potenziale inquinamento delle falde acquifere.

Referendum Costituzionale, a Spezzano un confronto fra il Sì e il No

SPEZZANO ALBANESE - In occasione del prossimo voto referendario sulle modifiche alla Costituzione, la Redazione di dirittodicronaca.it ha organizzato a Spezzano Albanese, per giovedì 17 novembre alle ore 17.50 presso la sala consiliare del Palazzo di Città, un dibattito dal titolo: "Referendum Costituzionale: Sì e No a confronto". L'obiettivo è quello di fornire un servizio ai cittadini del comprensorio che ancora non hanno ben compreso il significato della riforma proposta, cercando di chiarire i dubbi di quella che è una manovra non del tutto semplice.

Denunce e arresti dei Carabinieri a Spezzano, Roggiano e Sant'Agata d'Esaro

SPEZZANO ALBANESE – (Comunicato stampa) Continua incessantemente l’attività di controllo del territorio da parte dei militari della Compagnia Carabinieri di San Marco Argentano coordinati dal Capitano Giuseppe Abrescia. Nella notte tra venerdì e sabato scorsi, un 52enne roggianese è stato deferito per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella circostanza i militari, nel corso di una perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto circa 17,00 gr. di marijuana nonché un bilancino di precisione.

Frana a Santa Maria: il Comune attende risposte dalla Regione

SPEZZANO ALBANESE – Sulla vicenda della frana, verificatasi il 10 febbraio 2010 nel rione Santa Maria e di cui abbiamo ripreso le evoluzioni -a margine delle lamentele e delle preoccupazioni dei cittadini residenti nei pressi dell'area-, diverse sono le documentazioni prodotte dalla Casa Municipale arbëreshe. Infatti, già il 12 febbraio 2010 l'allora sindaco Giovanni Cucci, con ordinanza sindacale nr. 3, ordinava la “totale inagibilità di un fabbricato a monte della frana, di alcuni terreni sempre a monte della frana per una fascia di almeno 10mt e per dei terreni dal piede delle parete franta per una profondità di almeno 30mt”.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners