Parco Eolico, video-conferenza sull’inquinamento acustico In evidenza

Il parco eolico sulla Montagna Magna Il parco eolico sulla Montagna Magna

MONGRASSANO - Il Parco eolico “Aria del vento” che sovrasta la Montagna Magna, al confine tra San Marco Argentano, Mongrassano e Cervicati, è al centro di una discussione tra il Wwf “Calabria Citra” e la Gamesa (azienda costruttrice) poiché «sarebbe da valutare l’intensità delle immissioni sonore, ovvero l’inquinamento acustico prodotto».

A tale proposito si è appena tenuta, in call-conference, una prima riunione tra gli Enti interessati, l’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente in Calabria) e l’azienda nella quale «è emersa la massima collaborazione e disponibilità per procedere alle misurazioni». A presiedere l’incontro il sindaco di Mongrassano, avvocato Ferruccio Mariani. «Anche a seguito delle segnalazioni pervenute da parte di alcuni cittadini (ultima proprio nei giorni scorsi) con una petizione firmata dai residenti riguardo alla rumorosità degli aerogeneratori del Parco eolico “Aria del Vento” – ha affermato – le amministrazioni comunali hanno promosso il confronto con l’Arpacal e la società titolare degli impianti». In ossequio ai protocolli di sicurezza dettati dall’emergenza, hanno interagito i sindaci dei comuni interessati, i dirigenti e i tecnici regionali, ed una rappresentanza di Gamesa. Tutti gli attori coinvolti hanno posto le basi per un percorso condiviso, diretto a valutare l’effettiva rumorosità dell’impianto. Appena possibile, pertanto, sarà organizzata una puntuale misurazione dell’impatto elettromagnetico ed acustico prodotto dalle pale eoliche. In relazione a ciò, l’azienda Gamesa si è impegnata a trasmettere ad Arpacal la documentazione tecnica e gli approfondimenti già prodotti in fase di autorizzazione, in modo da poter dettagliare una procedura di monitoraggio puntuale, esaustiva e oggettiva idonea a fugare ogni dubbio circa la salubrità dell’impianto eolico. Primo obiettivo delle amministrazioni, a partire da quella di Mongrassano, è «di dare risposte chiare alle segnalazioni dei cittadini e di assicurare una volta di più che ogni passaggio sia - come già in passato - sempre conforme alle previsioni di legge che, giova ricordarlo, impongono parametri e valori di emissione da rispettare». Si attendono ora i tempi tecnici giusti per effettuare le misurazioni.

 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners