Mottafollone, vasto incendio distrugge piante d'ulivo

  • Sul posto squadre a terra di Calabria Verde e aree con un elicottero ed un canadair
La collina divorata dalle fiamme La collina divorata dalle fiamme

MOTTAFOLLONE - Ci sono voluti un elicottero ed un canadair della Protezione civile per domare le altissime fiamme propagatesi nelle scorse ore su una collinetta situata nel comune dell'Esaro. Le fiamme ben visibili dalla Provinciale che collega Roggiano a San Sosti hanno praticamente distrutto diversi ettari di vegetazione mista a macchia mediterranea dove peraltro erano piantati molti alberi di ulivo.

I primi ad intervenire, allertati da alcuni abitanti, sono stati diversi operatori e mezzi di “Calabria Verde” che sono giunti sul posto per domare le lingue di fuoco – a tratti enormi - alimentate oltre che dalle temperature più alte di questi giorni anche da un leggero vento che spirava. Solo dopo alcune ore di intenso lavoro, le squadre intervenute - sia in volo quanto a terra - sono riuscite a domare l’incendio che ha letteralmente divorato la zona collinare del piccolo borgo dell’Esaro. Spente le fiamme, è stato quasi spettrale lo spettacolo che si è presentato agli occhi dei cittadini. Fortunatamente le fiamme hanno solo lambite alcune case di campagna e non hanno oltrepassato un certo limite altrimenti avrebbero potuto raggiungere la zona soprastante collegata con il bivio dell’altra provinciale che si dirige verso Altomonte. Per quanto concerne le cause, infine, sembra farsi largo l’ipotesi accidentale non avendo trovato sul posto materiale o arnesi collegabili ad un presunto atto doloso.

 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners