fbpx

Esaro, lieve aumento di casi Covid-19 nel comprensorio In evidenza

Esaro, lieve aumento di casi Covid-19 nel comprensorio

ROGGIANO GRAVINA - La situazione nel distretto sanitario Esaro, aggiungendo anche il report della cittadina di Altomonte parla di 6 casi in più alla vigilia del weekend.

A San Marco, dove c’è un +3, diventano 11 i casi tutti a domicilio; ad Altomonte, invece, sono 2 in più con il totale che sale a 16 (15 a domicilio e 1 ospedalizzato), più 10 tamponi ancora da valutare da parte dell’Asp; Roggiano – che resta il centro maggiormente colpito – sono ora 35 positivi, di cui 33 a domicilio; 2 in ospedale e dove per fortuna c’è stato 1 guarito. Per il resto, è invariato il report negli altri Comuni: Spezzano Albanese è sempre a 9; Sant’Agata d’Esaro 7 (4 in ospedale; 3 a domicilio); e dove ci sono stati comunque 5 guariti; San Sosti 6, tutti a domicilio; Malvito e San Lorenzo del Vallo fermi a 4, con 2 minori nel centro malvitano; infine, 1 a testa per Cerzeto, Fagnano Castello e Terranova da Sibari.

Intanto, parte da una cittadina sansostese un'idea che chiede alle istituzioni preposte un perfezionamento per l’eventuale realizzazione della stessa: i test sierologici rapidi "fai da te" che stanno dimostrando alta affidabilità. «Credo che ognuno di noi – afferma la stessa – abbia la possibilità di fare un auto-testante in casa in modo da non sovraccaricare ospedali e impegnare personale medico e infermieristico carenti. Si eviterebbero facilmente i contagi, e il lavoro potrebbe non avere la necessità di essere bloccato evitando la profonda crisi economica e sociale di famiglie e imprenditori che così procedendo non potrebbero più pagare le tasse portando al collasso economico. Questo test dovrebbe distribuito dalle Asp territoriali d’appartenenza e la sua esecuzione potrebbe essere guidata da un video-tutorial». La proposta parla di «registrare i propri dati personali su una piattaforma d’auto test al Covid-19 che genera un codice nel rispetto della privacy. Il risultato del test dovrebbe essere scansionato ed inviato al sistema attendendo un rilascio del pass-Covid-19 a tecnologia QR. Ci sarebbero una serie di costi-benefici tra i quali evitare le lunghe attese per i tamponi». La distribuzione dei dispositivi diagnostici "fai da te" dovrebbe essere gratuita oltre ai normali Dpi. Sarebbero ben accette proposte per migliorare il progetto.

 

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners