Il Comitato per la tutela della Salute e dell'Ospedale chiede rispetto: "Basta scippi" In evidenza

Il Comitato per la tutela della Salute e dell'Ospedale chiede rispetto: "Basta scippi"

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) Due dei quattro Medici Ortopedici dell’Ospedale di Castrovillari, faticosamente ed esplicitamente assunti dopo un lungo iter autorizzativo e previa delibera del Commissario Regionale alla Sanità, Massimo Scura, sono stati trasferiti, in questi giorni, al Reparto di Ortopedia dell’Ospedale di Paola, con disposizione del Direttore Generale dell’ASP di Cosenza, Raffaele Mauro.
L’ambulatorio di Ortopedia, funzionante finora mattina e pomeriggio, è stato, per questo motivo, già chiuso nella fascia pomeridiana.

Per avere nuovi Ortopedici -Specialisti di per sé già difficili da trovare- all’Ospedale di Castrovillari, bisognerebbe aspettare una nuova autorizzazione del Commissario Scura, un nuovo concorso, nuovi vincitori, nuove nomine. Insomma, situazioni tutte estremamente incerte e tempi biblici, anche se tutto filasse liscio.
Nel frattempo, il concorso per Primario Ortopedico dell’Ospedale di Castrovillari langue.
Questi i fatti, che nessun “ragionamento”, nessuna “rassicurazione”, nessun “discorso” possono modificare. Anche se a farli è il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, di concerto con le dichiarazioni del Direttore Generale dell’ASP. A contare sono, appunto, i fatti; le chiacchiere stanno a zero.
Scippo è, e scippo resta. Nei confronti dell’Ospedale di Castrovillari, delle popolazioni del comprensorio, del diritto alla salute.
Uno scippo che è anche una assai deludente risposta alla fiaccolata che abbiamo organizzato il 14 ottobre scorso e che ha visto una grandissima partecipazione popolare –oltre duemila le persone che hanno aderito, in prima fila il Vescovo Mons. Francesco Savino- e che chiedeva semplicemente una Sanità più giusta e il rispetto degli innumerevoli impegni assunti –e sempre disattesi- sull’Ospedale di Castrovillari.
Se queste sono le risposte, vuol dire che il Governo dell’ASP e quello della città di Castrovillari pensano di poter prendere in giro una intera popolazione. Nelle sue aspettative e ancor più nei suoi inalienabili diritti.
Noi sottoscritte Associazioni chiediamo l’immediato ritiro del provvedimento del Direttore Generale, Raffaele Mauro, riguardante il trasferimento degli Ortopedici in carico all’Ospedale di Castrovillari, la contestuale riapertura dell’ambulatorio pomeridiano di Ortopedia e, infine, ma non certo da ultimo l’espletamento urgente, con relativa nomina del vincitore, del Concorso a Direttore dell’Ortopedia di Castrovillari.
Ci riserviamo ogni iniziativa divulgativa e di mobilitazione popolare per contrastare questa palese, irragionevole e inaccettabile negazione del diritto alla Salute della gente del Pollino-Sibaritide.

Associazione Famiglie Disabili (AFD)
Associazione Volontari Italiani Sangue (AVIS)
Associazione Volontari Ospedalieri (AVO)
Associazione dei Medici Cattolici (AMCI)
Associazione Non Più Soli Nella Lotta Contro I Tumori
Associazione Solidarietà e Partecipazione

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners