Solidarietà e Partecipazione: "Ennesimo gravissimo attacco all'Ospedale"

Solidarietà e Partecipazione: "Ennesimo gravissimo attacco all'Ospedale"

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa di Solidarietà e Partecipazione) Certe volte preferiremmo non avere ragione. E preferiremmo che le bugie del sindaco Lo Polito avessero un fondamento di… verità. Purtroppo non è così. I nostri allarmi sull’aggressione all’Ospedale di Castrovillari e al diritto alla salute delle popolazioni del comprensorio, apparentemente inarrestabile, trovano l’ennesima, inaccettabile conferma.

Due, dei quattro ortopedici assunti dopo l’autorizzazione del Commissario regionale -autorizzazione data esplicitamente per l’Ospedale di Castrovillari- sono stati trasferiti alla Divisione di Ortopedia dell’Ospedale di Paola, con un provvedimento del Direttore Generale dell’ASP di Cosenza, Raffaele Mauro. La ricaduta immediata è la chiusura dell’ambulatorio pomeridiano di Ortopedia, che sarà funzionante così solo al mattino (se dovete farvi male, scegliete questa fascia oraria!). La ricaduta concomitante, è la pietra tombale che così si mette alla possibilità di riaprire il Reparto di Ortopedia. Ed ecco spiegato perché il concorso per Primario di Ortopedia a Castrovillari –autorizzato anch’esso, e da tempo, dal Commissario regionale, Massimo Scura, non è mai stato bandito. Boicottaggio! Volontà di favorire altri con le risorse spettanti a Castrovillari. Quale la risposta del sindaco Lo Polito, Primo Garante e Responsabile della Salute dei Castrovillaresi? Un letargico e connivente silenzio, condito di rassicurazioni false e conniventi anch’esse: “Tutto va bene, ho avuto garanzie, ringrazio il Direttore Mauro, l’Ortopedia sta per riaprire”, e via farneticando. Chiediamo l’immediato ritiro del provvedimento-scippo, chiediamo l’immediato varo del concorso di Primario Ortopedico a Castrovillari e di tutti quei concorsi relativi a posti già autorizzati, chiediamo l’immediata convocazione della Commissione comunale Sanità e di un Consiglio Comunale ad hoc, chiediamo venga immediatamente proclamato dal letargico sindaco Lo Polito uno stato di mobilitazione da portare fisicamente alla sede cosentina dell’ASP, assieme alla richiesta di una urgentissimo incontro, a Castrovillari, con il Direttore dell’ASP, Mauro. Invitiamo tutte le Forze sociali e politiche della città a far fronte compatto in difesa dell’Ospedale. Basta scippi, basta vessazioni gratuite, basta attacchi inaccettabili al diritto alla salute.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners