Fagnano, in preghiera contro l’epidemia Covid-19

La cappella della preghiera a Fagnano La cappella della preghiera a Fagnano

FAGNANO CASTELLO - La forza delle preghiere per «contrastare» l'epidemia da Covid-19. Quella che può sembrare una tradizione arcaica ed ormai superata, in periodi moderni nei quali anche le Sante Messe vanno via social, è stata rinnovata a Fagnano Castello.

Infatti, in una cappella di famiglia posta all’interno della Chiesa madre fagnanese, il parroco, don Paolo, ha «implorato il Signore affinché cessi la epidemia del Coronavirus!». Secondo la fede popolare, oltretutto, i santi da invocare contro l'epidemia, per l’OMS ormai “pandemia”, sono Santa Rita e San Rocco. Sono in tanti, infatti, che da sempre si rivolgono a protettori speciali per prevenire e combattere le malattie. Una tradizione che, dunque, si rinnova nei giorni del contagio da coronavirus anche nelle zone dell’Esaro. La preghiera è ritenuta un’arma potentissima contro la diffusione del male, a patto ovviamente che ci si creda davvero. Non stupisce allora che proprio in questi giorni dell’emergenza da coronavirus si moltiplichino le invocazioni di aiuto dall’Alto, come avvenne in passato per diversi casi di malattie contagiose o pestilenze. Santa Rita è quella che si prega, ad esempio, nei casi impossibili e disperati, poiché durante la sua esistenza curò i malati di peste nel lazzaretto di Roccaporena.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners