Esaro, salgono a 15 i positivi in isolamento domiciliare In evidenza

La situazione nei Comuni interessati La situazione nei Comuni interessati

VALLE DELL’ESARO - Con gli ultimi 3 di Fagnano Castello, salgono a 15 complessivamente gli attuali positivi al Covid19, tutti in isolamento domiciliare. Quelli fagnanesi sono in totale 6 ora: un intero nucleo familiare tra cui due minori), oltre alla congiunta del pensionato deceduto. Fra gli altri tamponi fatti, è buona la notizia che quelli effettuati a San Marco Argentano nelle ultime ore siano tutti “negativi” 7 su 7. A Fagnano, invece, sono stati 8 i test eseguiti ed oltre ai 3 “positivi”, ne sono risultati 4 “negativi” mentre 1 è in attesa.

Va aggiunto - ma senza per questo voler colpevolizzare nessuno - che ben 13 dei positivi tra Fagnano (6), San Marco (4, tra i quali un minore), Santa Caterina Albanese (2) e Terranova da Sibari) provengono dal ceppo di Villa Torano. Nessuno si è mai sognato di far passare gli operatori da “angeli a untori”. Ma, sfortunatamente, è la realtà dei fatti: è capitato, ed in attesa che eventualmente gli organi inquirenti facciano il loro corso ne va preso atto rispettando tutti, chi si è ammalato e purtroppo ci ha lasciato anche la vita, chi continua a lottare, chi prosegue a lavorare con spirito di sacrificio. Non sfugge, oltretutto, che oltre ai 10 casi di positività tra Fagnano Castello (6) e San Marco Argentano (4), l’“effetto Torano” abbia colpito il comprensorio della Valle dell’Esaro anche a Santa Caterina Albanese (2) e Terranova da Sibari (1). A San Marco Argentano i contagi comprendono ora i familiari dell’educatrice di “Villa Torano” già in isolamento domiciliare, tra i quali un bimbo, più la congiunta dell’uomo, anch’egli operatore della struttura “focolaio” che si trova in isolamento fuori-domicilio. La donna, altro fatto assodato, è, purtroppo, la badante che - pur a-sintomatica - è stata a contatto con il pensionato di Fagnano Castello deceduto poi per Covid-19. I dodici contagi diventano poi tredici, se si considera un’anziana degente di “Villa Torano”, anch’essa infettata dopo essere stata dimessa prima di Pasqua per tornare nella sua Terranova da Sibari. Per fortuna, nella cittadina terranovese sono risultati “negativi” gli altri 3 eseguiti su alcuni contatti legati alla signora ricoverata a Villa Torano e risultata poi positiva. A questi tredici, ne vanno aggiunti altri due, riguardanti i familiari della donna di Altomonte dimessa e guarita dopo l’ultima ospedalizzazione a Cetraro. Sono i suoi congiunti, che dopo il primo tampone negativo a distanza di oltre tre settimane d’isolamento, attendono con ansia il secondo nella speranza di risultare negativi. 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners