fbpx

Provenzano confermato alla guida di A.R.C.O.

Provenzano intervistato di recente a Sant'Agata d'Esaro Provenzano intervistato di recente a Sant'Agata d'Esaro

ROGGIANO GRAVINA - «La sua rielezione a Presidente della nostra Associazione è il giusto riconoscimento per l'abnegazione, la determinazione e per il lavoro profuso in questi anni: congratulazioni Francesco Provenzano!». È con queste parole che gli aderenti ad A.R.C.O. - Associazione Ri-Uniti Calabria Oncologia hanno commentato la conferma del suo fondatore e promotore di tante iniziative a favore della prevenzione. 

«Grazie a tutti per le parole spese nei miei confronti - ha ribadito Provenzano - Arco siete voi, sono le battaglie che portiamo avanti e per me è un onore rappresentarvi ed essere la voce di chi soffre e di chi lotta non solo per la vita, ma per una sanità migliore. Insieme ce la faremo! La Onlus, che ha la sede ufficiale a Sant'Agata d'Esaro ma opera su Roggiano Gravina - luogo originario di Provenzano - nonchè in tanti posti della Calabria, fino a Reggio da dove trae spunto la parola "Riuniti", ovvero il Grande Ospedale Metropolitano della Città dello Stretto, è fiera dunque del suo Presidente. A.R.C.O., appunto acronimo di Associazione Ri-Uniti Calabria Oncologia, che ad ottobre 2019 ha compiuto due anni di attività si appresta ad arrivare al terzo ha sempre avuto quale principale obiettivo quello di stare «dalla parte degli ammalati e dei loro familiari». In occasione dell’evento che ha segnato i primi due anni di attività, è stato rilevato il raggiungimento di tanti obiettivi, che si devono anche al Primario del reparto d’oncologia dei Ri-uniti di Reggio Calabria, il prof. Pierpaolo Correale, che ha sposato in pieno la nostra causa, seguito poi da tanti sindaci del nostro comprensorio Esaro – Tirreno, nonché di altri territori della Calabria oltre che di numerosi soci e tanti cittadini. In questo periodo abbiamo fatto tante cose: una trentina i convegni svolti per dare “informazioni” sul cancro, definito non a caso «una parola e non una sentenza», slogan che è diventato il nostro motto; la presentazione d’alcuni libri, ma soprattutto – quale fiore all’occhiello – l’acquisto del brevetto d’un vaccino per i pazienti. Senza sottacere della partecipazione, insieme ad altre ventiquattro associazioni al progetto nazionale denominato “La salute, un bene da difendere un diritto da promuovere”, che ha svolto diverse iniziative tra cui quelle con le scuole di Roggiano Gravina e Sant’Agata d’Esaro, effettuando anche circa trecento mammografie gratuite, screening sulla prostata e sul rilevamento del sangue occulto. Infine, ma non per ultimo, c’è stato sempre il sostegno a pazienti che non potevano recarsi negli Ospedali per la chemio e – insieme al comune di Roggiano Gravina – si sta predisponendo l’apertura dello sportello amianto insieme all’Ona (Osservatorio nazionale amianto) di Cosenza oltre a tante altre iniziative. In quest'ultimo periodo di "lockdown" è stato intervistato da Marco Innocente Furina per un servizio trasmesso sul TG3 Calabria, ma non si può sottacere - insieme a tante altre iniziative lungo lo stivale - della parola “prevenzione” con la Francesco Provenzano è arrivato a “parlare alla gente” ospite di Massimo Gramellini su Rai 3 nazionale. 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners