fbpx

Esaro, è tornato a casa guarito l’assessore sansostese

Il Municipio e - nel riquadro - l'assessore Ricca Il Municipio e - nel riquadro - l'assessore Ricca

SAN SOSTI - È tornato a casa per queste festività e potrà trascorrere il fine anno tra le mura domestiche per attendere il 2021. È l’assessore sansostese Amerigo Ricca, dimesso dall’Annunziata di Cosenza guarito dal Covid-19 dopo il ricovero avvenuto la sera dell’8 dicembre scorso presso il reparto di malattie infettive.

«Sto molto meglio – ha testimoniato al telefono – e ringrazio ancora tutta i medici che si sono presi cura di me come degli altri. L’inizio della degenza è stata davvero dura perché c’era un principio di polmonite ma i sanitari hanno trovato subito rimedio tramite la cura giusta. Dal punto di vista umano, poi, mi sono stati tutti di grande aiuto e devo ringraziare soprattutto la mia famiglia per la vicinanza dello scorso 13 dicembre, quando ho dovuto trascorrere nel mio letto d’ospedale anche il mio compleanno».  A prescindere da tutto si spera che il nuovo anno sia migliore di questo 2020 così tribolato per molti che, comunque, sta per lasciarci. Soddisfatti del rientro dell’assessore si sono detti il sindaco Vincenzo De Marco ed il suo vice Francesco Boncompagni che hanno vissuto entrambi, pur a domicilio, l’aggressione del patogeno. Ambedue sono guariti a domicilio, pur con tempistiche diverse e l’augurio è quello che presto possa tornare a riunirsi nei suoi esponenti tutto l’esecutivo sansostese colpito dal cluster infettivo. Intanto, aumentano da 20 a 24 i casi di Terranova da Sibari, per come ha informato il sindaco Luigi Lirangi alla cittadinanza. Sono 23 i casi totali d’isolamento a domicilio, 20 di questi da tampone antigenico al quale dovrà seguire l’esecuzione di quello molecolare più 1 che si trova ricoverato a Cosenza. Tante sono le quarantene cautelative collegate, ben 37, mentre si registra 1 guarito rispetto ai primi casi scoppiati in questa seconda ondata. Ribadita l’ordinanza con la quale «è vietato entrare ed uscire dai confini per chi non è qui residente o domiciliato, consentendo e spostamenti individuali temporanei e motivati per un proprio caro anziano o diversamente abile. Resta ferma la necessità di adottare comunque le necessarie misure di distanziamento sociale e di prevenzione. Inoltre, la spesa alimentare è consentita solo nel territorio terranovese anche con entrate contingentate in base all’ampiezza dei locali. Si può andare nei paesi vicini per alimenti necessari ed introvabili in paese dove, peraltro, è stata disposta la chiusura di tutti i circoli presenti». Infine, restando al territorio prospiciente all’Esaro è delle ultime ore la notizia che un cittadino di Altomonte è stato portato in ambulanza a Cosenza per problemi di saturazione.

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners