fbpx

Tre funzionari della Polizia arrestano due ladri in flagranza di reato In evidenza

Tre funzionari della Polizia arrestano due ladri in flagranza di reato

COSENZA - (Comunicato stampa) Nella giornata odierna, durante la pausa pranzo, 3 Funzionari della Polizia di Stato in servizio attivo alla Questura di Cosenza, diretti collaboratori del Questore dr. Luigi Liguori, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, Spina Francesco e Sacco Mauro Maurizio, pregiudicati e già noti per reati specifici.
I tre Funzionari della Polizia di Stato, il Dirigente della Squadra Mobile dr. Zanfini, il Dirigente dell’U.P.G.S.P. dr. Pignataro e il Vice Dirigente  U.P.G.S.P. Commissario Capo Massaro, verso le ore 14:30 si trovavano a percorrere a piedi l’isola pedonale di Corso Mazzini, allorquando nelle traverse perpendicolari a detta strada notavano la presenza dei due arrestati, che con fare sospetto si aggiravano tra i veicoli ivi parcheggiati.

In particolare, gli investigatori, notavano che gli stessi manifestavano particolare interesse per un furgone -riportante la scritta di una nota marca di caffè- all’interno del quale vi erano delle confezioni di per un valore di circa 4000 euro.
Insospettiti, i tre funzionari di Polizia si posizionavano dall’altro lato del Corso per verificare i movimenti dei due soggetti.
Gli stessi, dopo una sorta di sopralluogo attorno al predetto furgone, si allontanavano.   
Lo SPINA, riconoscendo uno dei Funzionari, invitava SACCO ad allontanarsi.
Nonostante l’apparente desistenza dei due, i Funzionari decidevano di proseguire l’attività di osservazione e pedinamento.
Infatti dopo alcuni minuti, i due malfattori ritornavano su via P. Harris per completare l’azione criminosa del furto del citato furgone, scardinando lo sportello destro e cercando di appropriarsi del mezzo.
Nel frattempo due Funzionari si portavano di corsa verso i malfattori e si qualificavano quali appartenenti alla Polizia di Stato. Il SACCO e lo SPINA si davano a precipitosa fuga, ma dopo un breve inseguimento venivano bloccati ed arrestati.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners