Rota Greca. La minoranza consiliare devolve gettoni di presenza all'emergenza

Rota Greca. La minoranza consiliare devolve gettoni di presenza all'emergenza

ROTA GRECA - I consiglieri di minoranza di Rota Greca devolvono i gettoni di presenza ai consigli comunali in favore dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza. L’iniziativa è stata resa nota dal capogruppo di “Insieme si può”, Piero Lupo, il quale, assieme ai consiglieri Giorgio Molinaro ed Enzo Spanarelli, ritengono che gli ingenti sforzi che nelle ultime settimane le aziende ospedaliere calabresi stanno sostenendo al fine di attrezzarsi per contrastare gli effetti di un eventuale peggioramento della situazione di emergenza a livello regionale devono essere supportati.

“Per questo motivo - spiega Piero Lupo - abbiamo presentato manifestazione di espressa rinuncia ai gettoni di presenza alle sedute del consiglio comunale. Con decorrenza immediata e fino al termine del mandato elettivo rinunciamo alle somme maturate e maturande relative ai gettoni di presenza, devolvendo quelle maturate alla data di liquidazione (a partire dall’inizio del mandato) interamente all’Azienda Ospedaliera di Cosenza come contributo per l’acquisto di materiale ed attrezzature sanitarie atte a contrastare l’emergenza epidemiologica COVID-19”. I tre consiglieri di minoranza stabiliranno di volta in volta la destinazione delle somme maturande relative ai gettoni di presenza delle sedute di consiglio successive del presente mandato, fermo restando la volontà di rinunciare alle suddette somme per metterle a disposizione dei bisogni della collettività. Il capogruppo di “Insieme si può”, intanto, si dice dispiaciuto per il mancato riscontro da parte del sindaco Giuseppe De Monte alla lettera aperta del 22 marzo scorso in cui è stata manifestata la piena e incondizionata diponibilità nel cercare modi e forme unitarie a sostegno di iniziative indirizzate alla tutela della salute dei concittadini e a trovare soluzioni che possano arginare le conseguenze socio- economiche.  “Questo silenzio non può spogliarci da quello che è il nostro ruolo istituzionale - spiega Piero Lupo -  e non può farci sentire inermi di fronte a questa situazione di emergenza, che dovrebbe indurre tutti a mettere in campo azioni veloci e decise. Ribadiamo - scrive infine il consigliere di opposizione - di essere sempre disponibili nel cercare modi e forme unitarie di collaborazione nel fronteggiare l’emergenza e nel voler mettere in campo ragionamenti e azioni che possano essere condivisi”.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners