Reati ambientali: sequestrato caseificio a San Sosti e denunciate tre persone In evidenza

Reati ambientali: sequestrato caseificio a San Sosti e denunciate tre persone

SAN SOSTI - (Comunicato stampa) Per l'ipotesi di reato ambientale, i Carabinieri della Stazione di San Sosti, rientrante nella giurisdizione della Compagnia di San Marco Argentano, guidata dal capitano Giuseppe Sacco, hanno deferito in stato di libertà tre persone.
Si tratta, in particolare, dell’attuale gestore e dei due precedenti proprietari di un caseificio del posto.

I Carabinieri, a conclusione di accurate verifiche, hanno infatti accertato che l’attuale gestore del caseificio, conseguentemente all’inattività del relativo impianto di depurazione, aveva attivato uno scarico di reflui non depurati, originati dall’attività di produzione, direttamente sul suolo, risultando altresì, così come i due precedenti proprietari fino allo scorso 31 gennaio, privo della documentazione attestante il corretto smaltimento del siero prodotto durante il ciclo di lavorazione dei prodotti caseari.
Inoltre, nell’ambito della stessa attività di verifica, con l’ausilio di personale dell’A.S.P. di Cosenza - Dipartimento Prevenzione U.O.C. Igiene degli Alimenti e delle Produzioni Zootechine, si è proceduto al sequestro preventivo delle seguenti attrezzature e prodotti avariati: un tank frigo contenente 30 quintali di latte; due celle frigo contenente prodotti lattiero caseari in parte etichettati, dal peso complessivo di 2.500 Kg circa, non più commerciabili e potenzialmente pericolosi per la salute pubblica.
L’opificio è stato sottoposto a sequestro penale ed amministrativo in virtù delle violazioni accertate.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners