fbpx

Bagarre fra Marranghello e l'amministrazione Rimoli In evidenza

Marranghello e Rimoli Marranghello e Rimoli

SAN LORENZO DEL VALLO – (Comunicato stampa del già sindaco Luciano Marranghello) Dopo che il Tribunale Amministrativo Regionale di Catanzaro ha bloccato il dissesto finanziario del Comune che era stato deliberato irresponsabilmente dai novelli amministratori, io mi stavo tenendo lontano da polemiche sterili convinto come sono che i fatti alla fine ristabiliranno le cose nel loro giusto posto. Ed io non ho fretta. La bocciatura del dissesto avrebbe dovuto far desistere questi amministratori improvvisatati del Comune da dichiarazioni, come quella in risposta al Consigliere Scorza, frutto di pressappochismo e profondamente dense di crassa ignoranza. Non è bastata una pronuncia dei giudici a consigliare prudenza. Probabilmente le prossime sentenze che sicuramente ci saranno costituiranno un saggio insegnamento per il futuro di questi signori abituati alla menzogna e alla calunnia politica. E non solo. Lo ha detto il tribunale amministrativo che nella deliberazione di dissesto sono presenti «incongruenze negli atti presupposti ... Che non terrebbero conto dell'assenza di debiti fuori bilancio ... E sopravvaluterebbero alcune passività». In termini giuridici questo significa falso.

E dopo tutto questo e dopo la spesa di oltre 15 mila euro ad un noto avvocato per difendere la scelta del dissesto, il comune che fa? Ritorna sui suoi passi e approva il bilancio 2015. Non contento approva anche il bilancio 2016 e avvia la procedura di riequilibrio finanziario che il Tar ha chiesto di fare nel 2015. Alla luce di tutto questo che senso ha sul piano della sana gestione finanziaria del comune aver speso oltre 15 mila euro per un avvocato se poi il dissesto a non averlo difeso è stato proprio chi lo ha deliberato? E come devono essere chiamati in questo caso i 15 mila euro spesi se si considera che il Comune non solo non ha impugnato l'ordinanza di sospensione del dissesto ma non è stato nemmeno presente all'udienza dell'8 settembre scorso? Io lo chiamo spreco di 15 mila euro... E meno male che il comune è pieno di debiti!!!
Con la decisione di produrre la delibera di bilancio 2105 con il collega Pullano abbiamo fatto emergere davanti al Tar il comportamento politico e istituzionale incoerente dell'amministrazione che ha deliberato il dissesto. Ho voluto che rimanesse agli atti che il dissesto chi lo ha deliberato lo ha successivamente annullato. E' emerso quindi la strumentalità e la demagogia degli amministratori di San Lorenzo del Vallo i quali, come ho dimostrato al Tar, nel periodo che va da fine luglio 2015 ai primi dicembre 2015 hanno adottato provvedimenti di spesa per oltre 300 mila euro. Senza calcolare le fatture della Sorical e gli stipendi del personale. Ho dimostrato la irresponsabilità politica di una scelta che doveva essere solo ed unicamente punitiva nei confronti delle passate gestioni.
Ma ciò che vorrei chiedere a questi amministratori improvvisati è questo: se le mie amministrazioni sono state scellerate perché allora vi siete affidati agli stessi consulenti delle mie amministrazioni passate? Tra i vostri attuali consulenti ci sono: il Dott. Francesco Niccoli già revisore dei conti delle mie amministrazioni per ben 7 anni; il dott. Pierluca Zasa revisore dei conti della mia amministrazioni per ben 3 anni; con la loro società collabora il Dott. Gennaro Bellizzi responsabile della ragioneria del Comune di San Lorenzo per ben 7 anni. Inoltre avete dato un incarico per l'appalto del servizio rifiuti all'Ingegnere Raffaele Russo già consulente per 5 anni delle mie amministrazioni. Ma non era l'opposizione di Rimoli a fare i manifesti contro Patrizia Zagarese che dopo essere stata presidente del Consiglio comunale con la mia amministrazione ha vinto il concorso? Non era l'opposizione di Rimoli a denunciare la strana coincidenza? E ora invece anche Patrizia Zagarese va bene. Ma se erano scellerate le mie amministrazioni anche lei che ne ha fatto parte lo è!!! O no? Cari amministratori siete politicamente bugiardi e falsi e quindi inaffidabili. E per il momento mi fermo qui. Se sono state scellerate le mie amministrazioni lo sono stati anche i consulenti che mi hanno guidato in tutte le scelte fondamentali... Scellerate non sono state le mie amministrazioni ma le tante promesse che avete fatto in campagna elettorale che oggi non siete capaci di rispettare: la piscina, il poliambulatorio, la consegna a domicilio dei farmaci, il nuovo campo sportivo, l'azzeramento della terragera a Fedula, ecc.
Vi riempite la bocca di trasparenza ma vi voglio solo ricordare che l'Assessore al Bilancio (che dovrebbe imparare di più e parlare di meno di cose che non conosce) ha tenuto nascosto un documento importante protocollato e quindi pubblico come se fosse una lettera privata e lo ha negato anche ad alcuni consiglieri della ex minoranza... È questa la vostra trasparenza? Inoltre voglio sfidarvi sulla trasparenza: Si dice che il sindaco sia indagato e abbia ricevuto anche uno o due avvisi di garanzia? Se siete trasparenti avete di fronte due strade che comunque richiedono una dichiarazione pubblica: smentire o confermare!
Trasparenza vuol dire anche moralità che a sua volta significa mantenere gli impegni assunti in campagna elettorale; non aveva detto il sindaco e tutti i futuri assessori che avrebbero rinunciato alla indennità la quale sarebbe stata destinata alle famiglie bisognose? Questo impegno solenne lo state mantenendo o no?
Infine, per quanto riguarda i debiti, vi consiglio di farli bene i conti. Anche perché qualcosa non torna. In campagna elettorale dicevate che vi erano 10 milioni di debiti... poi avete deliberato il dissesto e i debiti sono diventati un milione e due.
Temo che fate i conti con la tessa calcolatrice con la quale date i numeri sulla differenziata.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners