fbpx

Lite fra fratelli a Roggiano, uno dei due arrestato per tentato omicidio In evidenza

Lite fra fratelli a Roggiano, uno dei due arrestato per tentato omicidio

ROGGIANO GRAVINA - Nel corso della mattinata di oggi 28 settembre 2020, i militari del Comando Stazione Carabinieri di Altomonte (CS), hanno tratto in arresto in flagranza di reato F.E., classe ’66 e residente in Roggiano Gravina (CS) poiché resosi responsabile dei reati di cui agli artt. 56 – 61 c.1 n.1 - 575 C.P. (tentato omicidio aggravato dai futili motivi).
In prima mattinata giungeva richiesta di intervento sul numero di emergenza 112, in cui veniva segnalato, in contrada Larderia del comune di Roggiano Gravina, un litigio tra due uomini, di cui uno brandeggiante un’ascia.

I militari di Altomonte, allertati dall’operatore di turno della Centrale Operativa del Comando Compagnia Carabinieri di Castrovillari, si portavano tempestivamente sul luogo segnalato, ove in effetti trovavano due soggetti, di sesso maschile, che litigavano violentemente tra di loro. I due, risultati poi essere fratelli, venivano prontamente divisi e calmati dai militari operanti che, con non poche difficoltà, ponevano fine alle violenze in corso.
Durante la lite in questione il soggetto arrestato, così come segnalato, aveva effettivamente utilizzato un’ascia per aggredire il fratello, attingendo quest’ultimo con tre colpi alla schiena che gli procuravano dei profondi tagli.
Nell’immediatezza, i militari intervenuti dopo aver prestato le prime cure al soggetto ferito e richiesto l’intervento di un’autoambulanza, provvedevano a trarre in arresto F.E. per il reato di tentato omicidio aggravato. Dell’avvenuto arresto veniva data notizia al P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cosenza che disponeva l’applicazione della misura degli arresti domiciliari.
Dai primi accertamenti è emerso che la lite tra i due germani è avvenuta a causa di futili motivi, legati a divergenze caratteriali e precedenti dissidi familiari. L’arma utilizzata nell’aggressione veniva rinvenuta dai militari operanti e sottoposta a sequestro.
Il soggetto ferito è attualmente ricoverato presso l’Ospedale di Castrovillari ove rimane in prognosi riservata. Al momento non risulta essere in pericolo di vita.
L’intervento esperito oggi dai militari di Altomonte evidenzia, ancora una volta, la necessità che i cittadini provvedano a segnalare ogni situazione di pericolo al numero di emergenza 112 al fine di consentire il tempestivo intervento dei militari dell’Arma ed evitare che una lite familiare possa avere dei tragici risvolti.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners