Luzzi. Le proposte di Giorno (M5S) a sostegno di economia e famiglie in difficoltà per il Covd-19

Luzzi. Le proposte di Giorno (M5S) a sostegno di economia e famiglie in difficoltà per il Covd-19

LUZZI - Tutti i fondi previsti per la rassegna estiva luzzese da devolvere a sostegno dell’economia locale e delle famiglie messe in serie difficoltà dall’epidemia Coronavirus. La proposta è del consigliere di minoranza, Giuseppe Giorno. Il portavoce in consiglio comunale del Movimento 5 Stelle, infatti, l’ha denominata “Cura Luzzi” e l’ha già anticipata telefonicamente al sindaco Umberto Federico.

“In un momento così difficile - spiega Giorno -  penso sia necessario mettere da parte le attività ludiche.  Visto che la nostra amministrazione ha già attinto, giustamente, a parte dei soldi destinati all’ Estate Luzzese per comprare un ventilatore polmonare, propongo di destinare la restante somma, circa 70mila euro, all’economia locale e alle famiglie”. Per i pentastellato luzzese, inoltre, il blocco di questi giorni farà risparmiare altri soldi all’ente che si potranno aggiungere al fondo attivato dall’esecutivo municipale per l’avvio di una campagna di solidarietà per l’acquisto di un secondo ventilatore polmonare (il primo è stato già consegnato alla terapia intensiva dell’Annunziata) nonché di dotazioni infermieristiche, camici, mascherine, ecc. da devolvere ai reparti dell’ospedale bruzio. Quanto propone Giorno è commentata positivamente anche dalla consigliera di opposizione Angela Maria Lirangi. “Tutti insieme, uniti per far fronte all’emergenza sanitaria che ha colpito la nostra terra ed il nostro Paese. Lavoriamo insieme - scrive su fb la consigliera - per garantire il meglio alla nostra comunità. Utilizziamo al meglio i fondi disponibili ed insieme ne usciremo vittoriosi.Collaboriamo per una Luzzi unità più che mai”. Giorno, altresì, chiede al primo cittadino di “istituire immediatamente una commissione straordinaria, affinché si possano trovare, insieme, le soluzioni migliori e inserirle nel prossimo bilancio di previsione”.  Intanto, anche da “Palazzo Vivacqua” si intraprendono ulteriori e sempre più stringenti misure per il contenimento e la diffusione dell'infezione da COVID-19. Nella giornata di ieri, infatti, in ottemperanza al DPCM che sospende le cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebri, il sindaco Federico ha disposto che le ditte di onoranze funebri del territorio sospendano il servizio di affissione di avvisi funebri, necrologi e ringraziamenti sulle pubbliche bacheche e che questi vengano pubblicati solo ed esclusivamente sui siti internet o sulle pagine social delle ditte stesse.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners