Atti vandalici, il Consiglio valuta il sistema di videosorveglianza In evidenza

Atti vandalici, il Consiglio valuta il sistema di videosorveglianza

SANTA CATERINA ALBANESE -  Ben tre incresciosi episodi, fra atti vandalici e furti nella struttura comunale multifunzionale (cosiddetta cupola) di località Pianette, hanno fatto scattare l’allarme nel piccolo centro arbëreshë dell’Esaro. Oltre ai danni, infatti, si è registrato il furto del quadro elettrico che è avvenuto tramite l’isolamento dei cavi elettrici di collegamento. A tale proposito, il sindaco Roberto Lavalle ha ritenuto opportuno portare la questione in Consiglio comunale.

«Quanto verificatosi nel breve lasso di tempo – ha affermato il primo cittadino – con i danni causati alla struttura, possono essere qualificati solo come una vera e propria cattiveria». Il sindaco ha condannato l’accaduto soprattutto «perché i beni sono di tutti e tutti devono salvaguardarli. Oltretutto, l’immobile oggetto degli atti vandalici rappresenta per tutti una risorsa ed un modo, specie per i giovani, di trascorrere momenti d'aggregazione, ed il tutto «è stato certamente fatto da ignoti che però non sono degli sprovveduti». “Ferma condanna” per l’accaduto è stata esternata da altri consiglieri. Pantaleo  Porcella, ha rimarcato che «l’Ente sarà costretto a ripristinare l’immobile con aggravi di spesa», mentre Davide Bufano ha considerato che gli episodi «essendo eventi plurimi e ripetuti, possano essere connessi a qualche problema all’interno della comunità». Ubaldo Servidio, ha aggiunto che «l’Ente abbia subito oltre al danno anche la beffa d’aver perso, con il furto del quadro elettrico, l’investimento del risparmio energetico sull’immobile e di aver perso l’opportunità di affidare la gestione della struttura alle Associazioni interessate come la società sportiva di Fagnano Castello che avrebbe portato un interessante e favorevole indotto per la comunità». Tutti, in sostanza, sono stati esortati a fare la propria parte, denunciando eventuali indizi per scoprire la verità. L’intero Consiglio comunale, in definitiva, oltre a condannare gli atti vandalici perpetrati e reiterati sull’immobile comunale ha demandato la Giunta ad individuare forme di videosorveglianza (telecamere, ecc.) per l’area interessata per dissuadere il riproporsi di tali eventi.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners