“Il razzismo non è una favola” raccontato a Sant'Agata

S. AGATA D’ESARO - Una grande notte, a cura del Caffè letterario “Antonio Borrelli”, quella appena svolta all’interno del Chiostro di San Francesco di Paola. Una manifestazione coinvolgente che ha tenuto, grandi e piccini, incollati ai racconti di Maurizio Alfano, scrittore ma soprattutto narratore d’esperienze vissute, specie fuori dai confini nazionali, a contatto con situazioni e soprattutto persone che soffrono e che, spesso, finiscono nel turbinio di vicende razziali molto profonde ed infelici.

Malvito, D'Ambra invita Amatuzzo a un pubblico confronto

MALVITO _ nota stampa _ Mancano pochi giorni alla chiusura della campagna elettorale e la candidata a Sindaco della Lista n.2 “CambiAmo Malvito”, Francesca Rosa D’Ambra, invita il suo avversario, Pietro Amatuzzo, a scendere “in piazza” per un confronto pubblico diretto.

“La memoria della Shoah, l'accoglienza e l'integrazione nei processi discriminatori”

SANT'AGATA DI ESARO - L’assessore regionale al lavoro, welfare, formazione professionale e politiche sociali, Angela Robbe, incontrerà sabato 23 alle ore 10 gli studenti ed i docenti dell'Ipsia sul tema: “La memoria della Shoah, l'accoglienza e l'integrazione nei processi discriminatori”. L’evento – a cura dell’associazione "Magurelle Production" – con il patrocinio di Regione e Comune, nel pomeriggio – alle ore 17 – si sposterà nell’aula consiliare santagatese,

Malvito Libera: «Questa è la nostra prima vittoria politica»

MALVITO – nota stampa –  Prima vittoria sul piano politico del Gruppo "Malvito Libera, che spiega – in una nota – le motivazioni che hanno indotto i componenti Francesca D’Ambra e Walter Maccari a sfiduciare, a dicembre scorso – insieme ad altri quattro consiglieri d’opposizione – l’ex sindaco Pietro Amatuzzo e la sua maggioranza. Il fatto che si è trattato di un fatto procedurale e non meramente di natura politica, è scritto - nero su bianco - su una delibera adottata dal Commissario Prefettizio del Comune di Malvito

I consiglieri Maccari e D'Ambra si dimettono dalla maggioranza di Malvito

MALVITO - nota stampa - «Abbiamo iniziato quest’avventura con grande entusiasmo e passione. Abbiamo provato a costruire un gruppo che avesse un ottimo bilanciamento: le vivaci competenze dei giovanissimi e l’esperienza dei meno giovani. Le nostre coordinate erano l’ascolto, la condivisione, la partecipazione. Questa esperienza è iniziata anche con notevoli perplessità poiché c’era molto da fare per il nostro Paesello. Il nostro obiettivo muoveva principalmente per il “Bene Comune” della nostra Comunità ma dopo tanti sforzi, risultati vani, abbiamo deciso di dimetterci dal gruppo consiliare  “Malvito bene comune”».

Solidarietà fra prevenzione e immigrazione, se n'è parlato a Roggiano Gravina

ROGGIANO GRAVINA  - La presenza dell’assessore regionale alla cultura, Maria Francesca Corigliano, ha impreziosito l’evento socio-culturale organizzato dall’Arco (Associazione Ri-uniti Calabria oncologia). L’esponente della Giunta Oliverio ha «lodato il fermento culturale dell’Esaro» aggiungendo di essere rimasta «colpita dalla varietà di competenze estrinsecate del corso della serata». “Non solo terapie”, questo il nome dato all’incontro, s’è occupato di solidarietà: quella dei corridoi di un qualsiasi reparto oncologico e quella che ci deve essere, attraverso l’accoglienza, verso quei migranti ai quali bisogna dare la giusta attenzione.

D'Ambra presenta a Lamezia un documento sulle politiche giovanili

LAMEZIA TERME - «In un momento storico così difficile, caratterizzato da una forte crisi economica, sociale, identitaria, è necessario prestare particolare attenzione alle nuove generazioni e alle problematiche ad esse connesse». Lo scrive in una nota Francesca Rosa D'Ambra, vice segretaria nazionale dei Giovani Socialisti, originaria di Malvito, che ieri mattina nel corso della due giorni "Gli Stati Generali per le politiche giovanili" tenutasi a Lamezia ha presentato un documento all'assessore regionale alle politiche giovani per la creazione di un osservatorio permanente sulle politiche giovanili, appunto. «Il rapporto al giorno d’oggi tra i giovani e la politica -continua D'Ambra- è molto complesso. I dati parlano chiaro, siamo dinanzi ad un periodo di grave deficit democratico che colpisce principalmente le nuove generazioni che disilluse e tal volta, disinformate schivano la politica e le istituzioni. Un paese che investe nelle capacità dei giovani significa porre le basi per la creazione di una società futura solida e preparata.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners